IoAiutoBra 1 rid

Notizie Home

C'è nuovamente Bra nel ristretto club dei Comuni ricicloni del Piemonte, l'iniziativa promossa da Legambiente che mette in evidenza l'impegno dei Comuni italiani per la differenziazione dei rifiuti raccolti sui propri territori. La città della Zizzola è risultata trentaquattresima della classifica, stilata in base all'indice di buona gestione dei rifiuti urbani fra i Comuni piemontesi sopra i 10.000 abitanti. I dati sono stati resi noti ieri mattina, 27 novembre 2006, in occasione della premiazione a Torino dei "Comuni ricicloni Piemonte 2006", organizzata da Legambiente con la Regione Piemonte e giunta alla terza edizione.

Sarà “La spiaggia del lupo”, il romanzo scritto da Gina Lagorio nel 1977, l'omaggio che il sindaco di Bra, Camillo Scimone, farà ai maturandi delle scuole superiori cittadine. Proseguendo una tradizione che da alcuni anni vede il Comune impegnato nel far conoscere le opere dei suoi autori più noti, dopo i romanzi di Giovanni Arpino, per il Natale 2006 l'omaggio del Comune ha voluto ricordare la scrittrice nata sotto la Zizzola e scomparsa l'anno passato.

Un omaggio al compositore più famoso di tutti i tempi, nel 250° della nascita. L'Istituto musicale “Gandino” di Bra dedica una serata a Wolfang Amadeus Mozart, giovedì 7 dicembre 2006 alle 21, presso la Chiesa dei Battuti Bianchi, in occasione della festività dell'Immacolata. Ad esibirsi il gruppo d'Archi “Adolfo Gandino”, diretto dal professor Marco Allocco, con un concerto tutto dedicato al grande compositore austriaco.

Undici disoccupati potranno svolgere, a partire dal 22 dicembre 2006, un cantiere di lavoro di circa sei mesi presso il Comune di Bra ed il consorzio socio-assistenziale Intesa. E' quanto prevede il bando pubblicato oggi, mercoledì 28 novembre, sul sito internet dell'Amministrazione comunale braidese. Nove posti saranno riservati ad operatori video terminalisti in possesso del diploma di scuola secondaria di secondo grado e due a geometri o periti edili che dimostrino la conoscenza delle applicazioni informatiche più diffuse.

C'è chi crede ai fantasmi e chi non si lascia prendere da paure inspiegabili e cerca quindi una spiegazione razionale a fenomeni in apparenza inspiegabili. Una fra le commedie di Eduardo de Filippo più popolari ed amate, “Questi Fantasmi”, tratta proprio di questo differente atteggiamento dell'umanità, oscillante fra irrazionalità e ragionevolezza. Anni dopo la stesura dell’opera, che è datata 1946, de Filippo dichiarò che “in realtà i fantasmi non esistono ma che i fantasmi siamo noi, ridotti così dalla società che ci vuole ambigui, lacerati, insieme bugiardi e sinceri, generosi e vili.” Al Teatro Politeama di Bra l'appuntamento con “Questi fantasmi” è per martedì, 5 dicembre 2006, con Silvio Orlando nella parte del protagonista Pasquale Lojacono, un povero indigente che spinto dalla povertà, accetterà di abitare gratis una casa di diciotto stanze, solo per sfatare le voci secondo le quali quelle camere sarebbero popolate di fantasmi.