Notizie Home

Nove diplomati disoccupati potranno trovare a Bra un'opportunità di impiego a tempo determinato in Municipio. Da lunedì 8 a giovedì 18 novembre 2004 sarà possibile presentare domanda al Centro per l'impiego di Bra (in via Vittorio Veneto 14B, dal lunedì al venerdì dalle 9:30 alle 13) o di Alba (in via Acqui 15, dal lunedì al venerdì dalle 9:30 alle 13 e, nei pomeriggi di martedì e giovedì, dalle 15 alle 16:30) per partecipare al “cantiere di lavoro”, che durerà centotrenta giorni (circa sei mesi) per trentacinque ore settimanali a partire dal prossimo dicembre.

Quali sono le modalità per conciliare le esigenze della famiglia e del lavoro per le donne del nuovo millennio? A rispondere all'interrogativo saranno i rappresentanti del mondo dell'economia locale e delle forze sociali presenti sul territorio, che valuteranno le opportunità offerte dalla normativa anche alla luce delle più recenti disposizioni, sempre più orientate alla flessibilità come modello per conciliare le esigenze di domanda ed offerta di lavoro. Tutto ciò avverrà nel corso di un convegno, dal titolo “Donne e lavoro. Quale flessibilità concilia?”, in programma a Bra, nelle sale del Centro Polifunzionale Culturale “Giovanni Arpino” di largo Resistenza, sabato 13 novembre 2004 dalle ore 9:15 alle 13:30.

E’ una specifica ordinanza della Ripartizione Amministrativa comunale che stabilisce per il centro storico di Bra, da martedì 2 novembre prossimo, le modalità di conferimento e di raccolta domiciliare del nuovo servizio di raccolta differenziata e dei rifiuti “porta a porta”.
Con questo provvedimento sono stabilite le nuove disposizioni sul divieto di mettere nei sacchi e nei cassonetti destinati ai rifiuti indifferenziati, da smaltire in discarica, materiali quali carta e cartone, plastica, vetro, pile esauste, farmaci e rifiuti ingombranti, nonché le modalità di raccolta e di conferimento relative alle diverse tipologie di rifiuto che dovranno essere conferite al sistema comunale di raccolta.

Un percorso di orientamento per la scelta della scuola superiore. E' quanto prevede il ciclo di incontri, denominato “Spaziorientamento”, organizzato dal Comune di Bra in collaborazione con la Provincia di Cuneo e il Distretto scolastico 64. Si tratta di un ciclo di sette serate, che si terranno tutte alle 20:30 nei locali del Centro Polifunzionale culturale “Giovanni Arpino” di largo Resistenza, dove saranno illustrate le diverse offerte formative presenti sotto la Zizzola.

Poco più di tre ore per discutere un fitto programma che ha avuto i temi dell'urbanistica al centro del dibattito. Questo è quanto avvenuto ieri, giovedì 28 ottobre 2004, nelle sale del Centro Polifunzionale “Arpino” nell'ambito della seduta del Consiglio comunale di Bra, riunitosi anche per esaminare numerose interrogazioni che i consiglieri hanno rivolto agli esponenti della Giunta Scimone. In apertura di seduta è stata il consigliere Bruna Sibille (Ds) a prendere la parola per ringraziare quanto Bra ha fatto in occasione della manifestazione “Terra madre” dei giorni scorsi: “La nostra città è stata quella con il più alto rapporto tra delegati ospitati e numero di abitanti. Anche per questa partecipazione, può essere un sentiero da percorrere quello di chiedere che una sede di “Terra madre” sia proprio a Bra”.
Il Sindaco Scimone, nello spazio dedicato alle sue comunicazioni al Consiglio, ha invece informato l'assemblea di aver assegnato alcune deleghe a consiglieri che andranno ad occuparsi di specifiche materie a sostegno degli assessori competenti. Si tratta di Giacomo Mosso (Insieme per Scimone), che si occuperà di agricoltura, e Giovanni Fogliato (Margherita), al quale il Sindaco ha chiesto di curare i rapporti tra l'Amministrazione e le associazioni di volontariato, anche nell'ambito della Consulta comunale per il volontariato. Lo stesso Fogliato ha però precisato, ringraziando il primo cittadino dell'incarico che ha voluto assegnargli, che si tratta di una delega di natura tecnica.