Notizie Home

Decisivo incontro questa mattina, lunedì 21 febbraio 2005, nella Sala giunta del Municipio di Bra, che ha posto le basi per la sottoscrizione di un protocollo d'intesa necessario alla copertura di un tratto della linea ferroviaria Bra-Alba. Il progetto prevede che ciò possa avvenire dal ponte di via Cuneo sino alla rotonda di via Adua, per una lunghezza di circa 450 metri, che consentirà la realizzazione di oltre trecento parcheggi, assieme all'opportunità di ampliare la sede stradale in via Vittorio Veneto.
Nel corso dell'incontro, il vice presidente della Regione Piemonte, William Casoni, ha annunciato che l'amministrazione torinese si accollerà l'onere di finanziare per circa la metà la realizzazione dell'opera, il cui costo complessivo ammonterà a circa tre milioni di euro. La parte restante rimarrà a carico del Comune di Bra, che chiederà un intervento alla Provincia di Cuneo per coprire parte delle spese.

Sarà discusso lunedì 28 febbraio 2005 il bilancio di previsione per l'anno in corso del Comune di Bra. Lo ha comunicato in questi giorni ai componenti della massima assemblea cittadina, il presidente del Consiglio comunale, Gian Massimo Vuerich, che ha convocato per l'ultimo giorno del mese, alle ore 16, l'assemblea nella sala conferenze del Centro polifunzionale culturale “Giovanni Arpino”.
Tra gli altri punti in discussione, alcune deliberazioni di carattere urbanistico, oltre al piano triennale dei Lavori pubblici, parte integrante della manovra economica predisposta dalla Giunta Scimone.

Sarà con gli occhi a mandorla il futuro del turismo a Bra? Ad aprire un varco verso uno dei Paesi che ha conosciuto il più rapido sviluppo economico di questi anni, la Cina, potrebbe contribuire l'incontro che sabato 26 febbraio prossimo si svolgerà a Pollenzo. Nell'ambito delle iniziative promosse dall'associazione “Le terre dei Savoia”, delle quali Bra è parte, undici operatori turistici provenienti da Shangai saranno in città per toccare con mano quanto può offrire, in termini di ricettività e di aree visitabili, la città della Zizzola.

Importanti novità per la circolazione delle vetture a Bra. Questa mattina, venerdì 18 febbraio 2005, il Sindaco della Città di Bra, Camillo Scimone, l'assessore alla Viabilità, Roberto Russo, e quello all'Ambiente, Giovanni Marco Gallo, hanno presentato alcune importanti iniziative che interesseranno nelle prossime settimane la città della Zizzola. Per quattro domeniche, il 27 febbraio e il 6, 13 e 20 marzo, si fermerà la circolazione dei veicoli in un'ampia area della città, che comprenderà l'attuale zona delimitata dalla Ztl, la zona a traffico limitata definita nella scorsa primavera, includendo però un'ampia parte dell'Oltreferrovia, vale a dire un tratto di via Piumati (dal passaggio a livello all'incrocio con via Ravello), l'intera viale Rimembranze, corso IV Novembre, via XXV Aprile, via Silvio Pellico, un tratto di via Boetto, via Pertini, via San Giovanni Bosco, via Europa e via Manzone. In quest'area non sarà consentito il transito dalle ore 9:30 alle 18:30 a tutti i veicoli, tranne i mezzi di soccorso e per i servizi sanitari, senza eccezioni neppure per i residenti. Nell'area interessata dal provvedimento non sarà vietata la sosta ma solo la circolazione.

Tre settimane di senso unico alternato, regolati da un semaforo, lungo la provinciale Bra-Alba nei pressi del ponte sul Tanaro a Pollenzo. L'intervento servirà a rimuovere la barriera stradale installata qualche mese fa, sostituendola con una di minore impatto sulla carreggiata, come più volte annunciato nei mesi scorsi dai responsabili dell'Amministrazione provinciale.