Notizie Home

Viabilità, ambiente, vivibilità dei centri urbani, interessi economici da tutelare. Questi gli interrogativi che l'Amministrazione comunale di Bra intende affrontare in una serie di incontri, volti a meglio delineare aree di intervento, priorità ed idoneità delle soluzioni che si prefiggono di migliorare la sostenibilità ambientale delle scelte che saranno compiute nei prossimi mesi.

Intensa attività, sotto il profilo operativo, quella degli agenti braidesi del Comando di Polizia Municipale negli ultimi giorni. Di seguito alcuni dei fatti più rilevanti.

Grave incidente stradale

Erano da poco passate le 18 di lunedì 21 febbraio, quando in via don Orione, in prossimità dell’incrocio con Strada Bria, il pedone D.G., che stava attraversando la strada, è stato investito dalla Toyota Yaris condotta da P.I., sbalzandolo alcuni metri in avanti. Immediato l’arrivo dell’ambulanza del 118 e della pattuglia della Polizia Municipale di Bra. Il malcapitato è stato immediatamente trasportato all’ospedale Santo Spirito dove si trova tutt’ora ricoverato in prognosi riservata.
Sulle esatte circostanze dell’ accaduto sono in corso le indagini della Polizia Municipale di Bra. Il fatto, come previsto dalla normativa in vigore, è stato segnalato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Alba che ha disposto il sequestro giudiziario della Yaris.

Decisivo incontro questa mattina, lunedì 21 febbraio 2005, nella Sala giunta del Municipio di Bra, che ha posto le basi per la sottoscrizione di un protocollo d'intesa necessario alla copertura di un tratto della linea ferroviaria Bra-Alba. Il progetto prevede che ciò possa avvenire dal ponte di via Cuneo sino alla rotonda di via Adua, per una lunghezza di circa 450 metri, che consentirà la realizzazione di oltre trecento parcheggi, assieme all'opportunità di ampliare la sede stradale in via Vittorio Veneto.
Nel corso dell'incontro, il vice presidente della Regione Piemonte, William Casoni, ha annunciato che l'amministrazione torinese si accollerà l'onere di finanziare per circa la metà la realizzazione dell'opera, il cui costo complessivo ammonterà a circa tre milioni di euro. La parte restante rimarrà a carico del Comune di Bra, che chiederà un intervento alla Provincia di Cuneo per coprire parte delle spese.

Al termine di un primo periodo di rodaggio, nel corso del quale è prevalso l'intento educativo rispetto alla pena della sanzione, gli agenti del Comando di Polizia municipale della Città di Bra inizieranno a multare i comportamenti irregolari nel rispetto delle ordinanze che regolamentano il nuovo servizio di raccolta rifiuti in città, con il sistema del “porta a porta”. La decisione è emersa nel corso di un incontro che si è svolto in Municipio nella serata di ieri, lunedì 21 febbraio 2005, e che ha coinvolto gli assessori comunali all'Ambiente, Giovanni Marco Gallo, e alla Polizia urbana, Gian Carlo Balestra. Alla riunione erano presenti anche il Comandante della Polizia municipale braidese, il dottor Mauro Taba, ed i dirigenti dei settori coinvolti.

Sarà discusso lunedì 28 febbraio 2005 il bilancio di previsione per l'anno in corso del Comune di Bra. Lo ha comunicato in questi giorni ai componenti della massima assemblea cittadina, il presidente del Consiglio comunale, Gian Massimo Vuerich, che ha convocato per l'ultimo giorno del mese, alle ore 16, l'assemblea nella sala conferenze del Centro polifunzionale culturale “Giovanni Arpino”.
Tra gli altri punti in discussione, alcune deliberazioni di carattere urbanistico, oltre al piano triennale dei Lavori pubblici, parte integrante della manovra economica predisposta dalla Giunta Scimone.