Notizie Home

Proseguono i laboratori di promozione della lettura alla biblioteca di Bra. In particolare, mercoledì 19 febbraio 2020 si svolgerà il secondo appuntamento di “Storie tra le righe”. Si tratta di incontri rivolti ai giovani dai 6 ai 9 anni curati dalla cooperativa Lunetica che hanno la peculiarità di essere realizzati mediante le forme della Comunicazione aumentativa alternativa, che impiega canali comunicativi che vanno oltre gli strumenti consueti che sono il linguaggio orale e la scrittura.

Così, nel prossimo incontro intitolato “La fabbrica dei racconti” si procederà con un’attività creativa e manuale che si propone di far vivere ai partecipanti un’esperienza narrativa attraverso la lettura animata di un racconto e la costruzione di un libro da portare con sé per giocare e rivivere con fantasia la storia. L’ultimo appuntamento della rassegna, in programma per il 4 marzo, si concentrerà su un’altra forma di comunicazione, ovvero la Lingua italiana dei segni (Lis), mediante la lettura di una favola classica in forma bilingue.

Lunedì  24 febbraio, invece, è in programma un nuovo appuntamento con “Nati per Leggere”, iniziativa dedicata ai bambini dai 3 ai 7 anni. Ad allietare il pomeriggio dei giovani lettori saranno “I racconti della diversità”, narrati dai volontari dell’Associazione  Teatrulla. Il lunedì successivo, il 2 marzo, le Officine Zeta proveranno invece a mettersi “Dalla parte del lupo”.

Tutti gli appuntamenti sono in programma alle 17 nella sala ragazzi della biblioteca cittadina, in via Guala 45. L’ingresso è gratuito, con prenotazione obbligatoria chiamando lo 0172-413049 o scrivendo all’indirizzo e-mail: biblioteca@comune.bra.cn.it. Gli incontri di “Nati per leggere Piemonte” sono promossi dalla Regione e sostenuti dalla compagnia di San Paolo. (rb)

 

Info: Città di Bra – Biblioteca civica
Tel. 0172.413049 – biblioteca@comune.bra.cn.it

Sarà dedicato al progetto avviato da Slow Food e Comune di Bra in Benin il prossimo appuntamento della Scuola di Pace “Toni Lucci”, in programma giovedì 20 febbraio 2020 alle 21. Sul palco della sala conferenze del centro polifunzionale “Giovanni Arpino” (in via Guala 45) saliranno Davide Dotta (Slow Food, ufficio Africa) e Francesco Testa (consigliere del Comune di Bra con delega alla cooperazione internazionale), reduci da un intenso viaggio nella città africana di Parakou, che racconteranno per immagini ed emozioni. L’appuntamento si intitola “Diari di viaggio. Slow Food, Comune di Bra, Municipalité de Parakou. Insieme per un futuro sostenibile in Benin”.

Il loro resoconto permetterà di fare il punto sulla realizzazione di un progetto pensato da più di un anno e ora giunto alla sua fase operativa, attuato con risorse della Regione Piemonte ed inserito nel “sogno” Slow di realizzare almeno diecimila nuovi orti in terra d'Africa. Si tratta di orti didattici,  per insegnare fin da bambini, a scuola, le tecniche di agri-ecologia. E ancora, orti di quartiere e comunità, per valorizzare e recuperare la biodiversità delle colture locali a fronte di una invasione spietata delle monocolture intensive e dell'uso spregiudicato della chimica.

Attualmente sono dieci gli orti in fase di realizzazione a Parakou, grande città nel Nord del Benin. La scelta della città è frutto di un rapporto di amicizia  già avviato in passato grazie a “Primavera Africana” di don Max Cyr Lafia, sacerdote originario del Benin che per 5 anni ha prestato servizio nella parrocchia di frazione Bandito e che ha mantenuto con la città della Zizzola uno stretto rapporto di amicizia. Il progetto, partito dall’Italia, vede ora il pieno coinvolgimento delle istituzioni locali. L’ingresso alla serata è libero fino ad esaurimento dei posti disponibili. Un’imperdibile viaggio di pace.

Il prossimo appuntamento con la Scuola di Pace di Bra sarà per venerdì 28 febbraio e avrà come titolo “Clima: non c’è più tempo. L’emergenza climatica cause ed effetti”. Relatore Claudio Cassardo, professore all’Università di Torino e divulgatore scientifico sulle tematiche del clima. Maggiori informazioni scrivendo a scuoladipacedibra@gmail.com. (rb)


Info: Città di Bra – Ufficio Pace
            scuoladipacedibra@gmail.com

Maschere, giochi e tanto divertimento: è quello che aspetta i bambini in occasione dei prossimi festeggiamenti del Carnevale a Bra. L’appuntamento per i più piccoli è per il pomeriggio di sabato 22 febbraio 2020 presso il Movicentro di piazza Caduti di Nassiriya, per la prima volta sede della festa. Ad attendere i bambini un ricco programma di iniziative (a ingresso gratuito) che si protrarrà dalle 14 alle 20: si comincia dai laboratori che avranno ad oggetto la creazione delle maschere di Carnevale, magari utilizzando elementi di riciclo, per passare allo spettacolo di burattini su Arlecchino di Giuseppe Potenza; e ancora trucca bimbi (a cura di Maria Ielapi, dell’associazione “Albero inverso” e della Sezione turistica dell’Istituto Velso Mucci),  distribuzione di dolci, l’esibizione di clownerie “Bingo clown show” e la grande festa con baby dance.

Ma il Carnevale di Bra si festeggia anche all’interno dei musei. Così, nella mattinata di sabato 22 febbraio si rinnova l’appuntamento mensile dedicato alle famiglie al Museo del Giocattolo. Dalle 9.30 alle 12  bambini e genitori avranno la possibilità di cimentarsi con i giochi da tavolo proposti dall’Associazione Ludica Ordine della Rocca. Il giorno successivo, domenica 23 febbraio (a partire dalle 15,30), il Museo del Giocattolo ospiterà invece la tradizionale Festa di Carnevale dei bambini con tanti intrattenimenti. Saranno premiate le migliori maschere auto-prodotte dai partecipanti alla festa. Entrambi gli appuntamenti sono a ingresso gratuito.

Nello stesso pomeriggio, verrà offerta a grandi e piccini la possibilità scoprire la collezione del Museo del Giocattolo mediante delle avvincenti visite animate: alcuni  studenti coordinati dall'Associazione Stregatocacolor riusciranno ad animare i  giocattoli esposti, che potranno così raccontare la propria storia. Le visite animate per le famiglie sono proposte esclusivamente alle 15,30 e alle 17. L’ingresso è gratuito per i bambini con meno di sei anni, per gli over65 e per chi ha l’Abbonamento musei; costa 2 euro tra i 6 e i 14 anni e 3 euro per gli adulti.  Per chi desidera invece partecipare alla visita “tradizionale”, rimane il consueto appuntamento della domenica mattina dalle 10.30 alle 12.30.

Ma il Carnevale non si ferma qui: anche quest’anno si rinnova la proposta del museo di Archeologia, Storia e Arte di Palazzo Traversa che offre agli alunni in vacanza da scuola due mattinate all’insegna della creatività. Gli appuntamenti, riservati ai bambini di età compresa tra 6 e 12 anni, sono in programma per lunedì 24 e martedì 25 febbraio dalle 9 alle 12,30 (con possibilità di pre-ingresso alle 8,30).  Il titolo del laboratorio di lunedì 24 febbraio è “Matti capelli e cappellai matti” e vedrà i giovani partecipanti impegnati a realizzare fantastici cappellini e divertenti acconciature  da utilizzare per i travestimenti di Carnevale. Il giorno successivo sarà la volta de “Il Carnevale di Mirò”: si tratta di un lavoro di gruppo ispirato al noto artista. Il costo di partecipazione a ciascun laboratorio è di 5 euro a mattinata con prenotazione obbligatoria allo 0172-423880. Maggiori info su www.turismoinbra.it. (rb)


Info: Città di Bra – Ufficio turismo e manifestazioni
Tel. 0172.430185 – turismo@comune.bra.cn.it

Dopo il successo della prima nazionale dei giorni scorsi a San Casciano, Leo Gullotta sabato 22 febbraio 2020 porta al Teatro Politeama Boglione di Bra il suo “Bartleby lo scrivano”, spettacolo ispirato al racconto di Herman Melville. 

La Città della Zizzola e una delle sue più conosciute eccellenze, la celebre Salsiccia di Bra, domenica 16 febbraio alle 19 saranno in tv su Italia Uno, nell’ambito della rubrica del notiziario dedicata ad enogastronomia e cultura “Studio Aperto Mag”.