IoAiutoBra 1 rid
Dopo le polemiche riportate nei giorni scorsi dalla stampa locale in merito ai lavori di riqualificazione di piazza Venti Settembre, la Giunta comunale di Bra ha voluto prendere posizione sull'argomento per precisare l'iter amministrativo che ha portato alla definizione del progetto prima e all'avvio dei lavori poi. Questo intervento nasce con un obiettivo prioritario, nel quale l'arredo urbano e gli aspetti viabilistici entrano solamente come appendici rispetto alla finalità precipua della rivitalizzazione del commercio nell'area compresa tra la stessa piazza Venti Settembre e corso Garibaldi. Il progetto, finanziato in larga misura con un contributo della Regione Piemonte, ha incontrato i favori della competente commissione regionale proprio in virtù della sua valenza di stimolo per le attività economiche, in linea con gli obiettivi che la Regione si era data nella legge di settore. La concreta testimonianza di ciò è legata al fatto che la soluzione proposta dal Comune di Bra ha ottenuto il finanziamento nella misura massima prevista dalla legge regionale di riferimento.
I lavori sono il presupposto necessario per una seconda parte di interventi del piano di riqualificazione urbana, piano che ha permesso ad ottantatre operatori commerciali del Comune di Bra di accedere a contributi a fondo perduto assegnati dalla Regione Piemonte. Contributi assegnati proprio in virtù dell'adesione al più complesso progetto per la rivitalizzazione delle attività commerciali cittadine.
Nell'ambito del piano di riqualificazione urbana, il restauro e il recupero funzionale di piazza Venti Settembre è un punto qualificante “con l'obiettivo di preservare, sviluppare e potenziare la funzione del commercio attraverso una serie coordinata di interventi di natura urbanistico-edilizia”, come si legge nella relazione introduttiva al progetto dei lavori. Lo sviluppo del tessuto commerciale si potrà così realizzare attraverso il rafforzamento dell'immagine, dell'identità urbana e, in generale, della riqualificazione del nucleo urbano storico, collocandosi all'interno di un piano organico articolato.
Seppure marginali rispetto alla funzione di rivitalizzazione di un'area storica per il commercio cittadino, non trascurabili gli aspetti viabilistici che la soluzione tecnica di progetto comporta, con la creazione di una rotonda alla confluenza di più arterie e la razionalizzazione dell'asse corso Garibaldi-strada Montenero, mediante un percorso che disincentivi la velocità. Tutto questo non alterando una delle funzioni principali che la piazza ha svolto in questi anni, vale a dire quella di principale parcheggio del centro cittadino.
Per venire incontro alle richieste dei rappresentanti di categoria nel monitoraggio sullo stato di avanzamento dei lavori iniziati in questi giorni, l'Amministrazione comunale ha deciso di costituire un apposito comitato che seguirà i lavori e che sarà composto da rappresentanti dei settori Lavori Pubblici e Commercio del Comune di Bra e da due rappresentanti dei commercianti, indicati dall'associazione di categoria. (rg)