In occasione delle imminenti festività, il Sindaco di Bra Camillo Scimone ha voluto esprimere alcuni suoi pensieri ai cittadini per augurare un Buon Natale e un felice nuovo anno. Di seguito il testo dell'intervento. “Il Natale e il periodo delle feste conciliano la riflessione, guardandoci alle spalle per cercare nei mesi dell'anno trascorso gli elementi per un sommario bilancio. Per la nostra città, il 2004 è stato un anno importante. Grandi opere sono arrivate a compimento, altre iniziate, molte progettate, tante le iniziative che hanno animato la vita pubblica di questi mesi. Qui vorrei citare il riaperto teatro Politeama, inaugurato in maggio e che proprio in questi giorni presenta il cartellone degli eventi per il nuovo anno, simbolo di una Bra che investe e crede nella cultura.
Per chi scrive, il 2004 è stato l'anno che mi ha portato a sedere sulla poltrona prima occupata dall'amico Franco Guida, sindaco per oltre undici anni e motore di una crescita cittadina che non si arresterà. In questi mesi di intenso lavoro, condivisi con una squadra che dosa in giusto mix esperienza e future classi dirigenti, ho compreso a fondo quante siano le legittime aspettative che i nostri concittadini ripongono per una Bra sempre migliore. Interventi decisi per contrastare l'inquinamento, una progettazione chiara per il futuro del nostro territorio, la riscoperta delle radici culturali di una realtà che ha imparato a guardare con orgoglio alle cose realizzate in casa propria, senza avvertire complessi di sorta nei riguardi di nessuno.
Attorno a queste poche semplificazioni sta un mondo, fatto di quasi trentamila persone che vivono all'interno di una comunità, ancora salda nei suoi valori fondamentali ma vitale e propositiva nel suo tessuto economico. Su questo fronte mi piacerebbe fare di più, specie per coloro che sono alla ricerca di una occupazione, in ragione del fatto che solo con una reale indipendenza economica è possibile godere della libertà più piena. E' un problema che tocca giovani e meno giovani, in un contesto di mercato che si fa sempre più difficile ed orientato da logiche che trascendono i vecchi confini locali o nazionali.
Con nuovi innesti nel mercato del lavoro sarà possibile raggiungere un duplice obiettivo: far crescere la partecipazione alla creatività e alla ricerca di qualità dei nostri prodotti, garantendo anche le condizioni per sviluppare coerenti progetti per il proprio futuro. Si eviterà così di allargare lo spazio a quelle nuove povertà di cui troppo poco ci accorgiamo. Seppure la nostra realtà è fortunata, perché a Bra i fenomeni sono marginali, non per questo non vi è motivo di preoccupazione o di intervento per la rete di solidarietà sociale cittadina, nella quale gli enti pubblici sono affiancati da un volontariato encomiabile. A loro e alle tante persone che hanno perso serenità va un mio pensiero speciale, nella speranza che il Natale, con i suoi valori più autentici che affondano nelle radici della cristianità, possa viversi con la convinzione di un futuro carico di speranze e nuove opportunità”.


dott. Camillo Scimone, Sindaco di Bra



Il testo sarà inviato, prima delle feste, a tutte le famiglie braidesi in un numero natalizio dell'house organ comunale “Bra Notizie”. (rg)