Notizie Home

Sono aperte le prenotazioni per i soggiorni al mare e alle terme che anche quest’anno il Comune di Bra, con la collaborazione di Arci-Unitrè, organizza per i cittadini over 60.

Prosegue il ciclo di incontri della Scuola di Pace “Toni Lucci” di Bra che, nel suo 28esimo anno di attività, si pone l’obiettivo di approfondire la quantomai attuale tematica dei cambiamenti climatici.Martedì 28 gennaio 2020, alle 20.30 nella sala conferenze del centro polifunzionale “Giovanni Arpino” (via Guala 1), il ricercatore Giorgio Vacchiano presenterà “La silenziosa lezione degli alberi”, affascinante viaggio nelle foreste dell’Italia e del mondo, alla scoperta dei modi in cui gli alberi sanno adattarsi al cambiamento climatico, di come sanno risolvere il problema della mancanza d’acqua, come sanno ritornare e rinascere dopo un incendio e addirittura come sanno spostarsi per centinaia di chilometri.

Nei giorni prima del Natale, alcuni cittadini e commercianti braidesi si sono visti sottrarre gli addobbi natalizi posti all'esterno delle loro abitazioni e dei loro negozi. A seguito di denuncia di furto al Comando della Polizia Municipale, il Nucleo di Polizia Giudiziaria braidese ha avviato le indagini del caso. Dall'analisi delle telecamere cittadine è stato pertanto possibile risalire all'identità dell'autore del fatto, una 50enne residente in città che è stata convocata presso gli uffici di via Moffa di Lisio per la contestazione dei reati commessi, a danno sia di un’abitazione privata che di un esercizio commerciale del centro. La donna è stata deferita in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Asti per furto aggravato di cose esposte alla pubblica fede. Gli oggetti sottratti sono stati recuperati e posti sotto sequestro.(Polizia Municipale)

I legami tra Bra e lo Stato del Benin hanno visto la luce verso la metà degli anni Duemila, quando don Max-Cyr Lafia, sacerdote originario di quella nazione dell’Africa occidentale, venne nominato viceparroco nella nostra città. Dopo il suo rientro in patria, l’affetto e l’attenzione della cittadinanza per una terra così lontana non sono mai mancati, non solo negli ambienti religiosi, ma anche nel mondo laico ed istituzionale. Da un lato, infatti, l’amministrazione civica ha consentito negli scorsi anni di reperire fondi regionali tramite bandi per progetti di cooperazione internazionale (realizzati nel comprensorio di Parakou, città d’origine del sacerdote). Dall’altro, il movimento Slow Food si è ben radicato ed è attivo in tutto il vasto Paese, che dalla fertile costa atlantica del Golfo di Guinea si estende a nord fino all’arido Sahel, proprio dove il problema della produzione agricola comincia a farsi sentire in modo prepotente.

Il 27 gennaio si ricorda uno degli episodi più bui della storia dell’uomo: si tratta della Shoah, lo sterminio sistematico di circa 6 milioni di ebrei. La data prescelta è quella in cui, nel 1945, i soldati dell’esercito sovietico entrarono nel campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau, svelando al mondo l’orrore. Un momento simbolo della fine delle persecuzioni nazifasciste in Europa, che l’Italia ha trasformato nel Giorno della Memoria con l’intento di “conservare il ricordo di un tragico periodo della storia nel nostro Paese e in Europa, ed evitare che simili eventi possano accadere nuovamente”.