Notizie Home

Bra, città dall'antica tradizione orticola, avvierà nelle prossime settimane un sistema di raccolta differenziata anche dei teli di plastica che ricoprono le serre o sono utilizzati sul terreno per la pacciamatura o la copertura di insilati. Il servizio permetterà di veder ritirati gratuitamente i rifiuti, direttamente presso l'azienda agricola, il terzo giovedì del mese nel periodo tra febbraio ed ottobre. Della novità sono stati informati in questi giorni gli agricoltori braidesi con una lettera firmata dal sindaco Scimone e dall'assessore all'Ambiente Gallo.

Targa della Giunta comunale di Bra per Riccardo Mano, insegnante salesiano, che ha raggiunto il cinquantatreesimo anno di docenza all'istituto di viale Rimembranze. Come hanno sottolineato alcuni suoi ex allievi oggi impegnati nell'esecutivo comunale (il vice sindaco Gianni Comoglio e gli assessori Gian Carlo Balestra, Gianfranco Dallorto e Michelino Davico), il professor Mano è stato un punto di riferimento ed un insegnante che ha seguito l'evoluzione dell'Istituto Salesiano braidese sin dalla sua fondazione, ricevendo recentemente un riconoscimento anche dalla federazione nazionale delle scuole cattoliche.

Saranno risistemati gli argini del canale di scarico del depuratore di Bra. Secondo quanto previsto dal progetto, presentato in Municipio dalla concessionaria del servizio di ciclo idrico, la ditta Tecnoedil, si sistemeranno circa ottantatre metri del canale, cinquantasette metri a valle dell'impianto e 26 metri a monte.
Qui, dopo i lavori di decespugliamento e movimento terra, verranno fissati dei pali per realizzare una barriera di contenimento del materiale scavato. L'intervento all'impianto di depurazione di località La Bassa potrà godere di un finanziamento della Regione Piemonte per un importo di 35.000 euro. (rg)
Si è conclusa con una conferenza, che si è tenuta giovedì scorso, 28 marzo 2005, nella sala conferenze del Centro Polifunzionale “Giovanni Arpino” di Bra, la serie di iniziative organizzate dall’amministrazione comunale di Bra in occasione del sessantesimo anniversario della lotta di Liberazione.
Con la partecipazione di relatori che sono stati diretti protagonisti del periodo resistenziale, e precisamente don Aldo Benevelli, don Lino Volta e Malvina Ronchi della Rocca, il convegno di giovedì ha permesso di delineare, in modo approfondito, il ruolo del clero nella storia partigiana del cuneese.

Forse all'interno dell'ex Caserma Trevisan di via Montegrappa troverà posto anche la nuova sede del consorzio Intesa di Bra, l'ente presieduto da Piero Degetto che gestisce le politiche socio-assistenziali nell'ambito degli undici Comuni dell'ex Usl 64. Questa una delle ipotesi per dare una sistemazione più funzionale al consorzio i cui uffici si trovano oggi in via De Gasperi.