Notizie Home

Seduta fiume quella di ieri, martedì 24 maggio 2005, del Consiglio comunale di Bra. Apertasi nel primo pomeriggio, la seduta è durata oltre sette ore, durante le quali sono state approvate alcune importanti deliberazioni sulla sistemazione urbanistica dell'angolo tra via Alba e via Adua, oltre che per discutere sull'intervento di salvataggio in corso per l'aeroporto di Cuneo Levaldigi. In apertura dei lavori il sindaco Scimone ha ripercorso gli eventi della vita pubblica degli ultimi due mesi, augurando un buon lavoro al neo assessore regionale alla Montagna e alle Opere pubbliche, Bruna Sibille, presente in aula nella sua veste di consigliere comunale della città della Zizzola.
La stessa Bruna Sibille ha voluto anticipare come “a malincuore, nei prossimi mesi, abbandonerò il Consiglio comunale (a succederle sarà il primo dei non eletti nella lista Ds, Domenico Grillo, ndr) per incompatibilità di tipo temporale. L'incarico che ho assunto a Torino è infatti molto oneroso ma non mancherò di essere presente in città nei momenti significativi, così come non mancherà la mia collaborazione per questioni che vanno al di là delle logiche di appartenenza” - ha detto ancora l'assessore Sibille. Che ha aggiunto: “Ci sono due cose che mi stanno particolarmente a cuore e che vedranno coinvolta la Regione fianco a fianco con gli enti locali: la realizzazione del nuovo ospedale di Verduno e la realizzazione dell'Asti-Cuneo, per la quale ho proposto la costituzione di un comitato di monitoraggio per verificare i tempi di attuazione. Altri temi che dovremo vedere assieme saranno quelli legati all'eliminazione del passaggio a livello, con la Regione che potrà dare un supporto: la presidente Bresso ha già esaminato il progetto” - ha poi concluso Sibille, prima di assentarsi per fare ritorno a Torino alla seduta del Consiglio regionale in corso a Palazzo Lascaris.
Nelle sue comunicazioni il primo cittadino Camillo Scimone ha poi dato notizia delle persone nominate a rappresentare l'Amministrazione comunale in enti e organismi diversi. Adriano Maccagno e Roberta Rizzo rappresenteranno il Comune nel consiglio di amministrazione dell'Azienda consortile San Michele-Pocapaglia (gestione acquedotti), i signori Stevan e Palladino nel comitato organizzatore della Bra-Bra (gran fondo ciclistica), Paolo Bulgarini, Marisa Quaglia e Marco Bossolasco nell'Istituto Gandino (scuola musicale), mentre Anna Messa (Forza Italia, consigliere delegato per la socio-assistenza) farà parte della Consulta per la famiglia del consorzio socio-assistenziale Intesa.

Toccherà anche Bra, con una eccezionale serata in programma mercoledì primo giugno 2005 al Teatro Politeama, l'Italy&Usa Alba music festival, la rassegna giunta alla sua seconda edizione ideata e diretta da Giuseppe Nova e dagli americani Jeff Silberschlag e Larry Vote. L'iniziativa, nata dall'incontro tra la capitale delle Langhe e il St. Mary´s College del Maryland, prevede diciotto concerti pubblici e gratuiti, nei luoghi più prestigiosi dei territori di Langhe e Roero, seminari, workshop dedicati al jazz, prove aperte ed incontri con ottanta allievi, musicisti e ospiti statunitensi, artisti provenienti da oltre dieci Paesi al mondo.

E' stata un vero successo la “Notte dei musei” di Bra. Inserita nell'ambito delle mille attività proposte dall'edizione 2005 del “Salone del libro per ragazzi”, oltre duecento persone hanno partecipato alle attività proposte dai due musei civici, il “Craveri” di storia naturale e “Palazzo Traversa” per arte ed archeologia, e dalla Biblioteca comunale dalle 19:30 sino ad oltre mezzanotte di sabato 21 maggio.

Festa della Repubblica con coro a Bra. Giovedì 2 giugno 2005 alle ore 21, con ingresso libero, si esibirà al Teatro Politeama il Coro alpino “Montenero” di Alessandria, diretto dal maestro Marco Santi. Il coro è formato da trentadue elementi che proporranno al pubblico in sala un repertorio di canti della montagna, dopo aver già ottenuto notevoli apprezzamenti per la qualità dello spettacolo e il successo di pubblico ottenuto in precedenti concerti in giro per l'Italia.

Si chiude con numeri da record l'edizione 2005 del “Salone del libro per ragazzi” di Bra. Nei cinque giorni della manifestazione sono state superate abbondantemente le 20.000 presenze registrate l'anno passato, con arrivi dalla Liguria e dalla Lombardia oltre che da ogni angolo del Piemonte.
1500 i messaggi di pace affissi in un grande tazebao dai giovani che hanno visitato il “Salone”, molti di loro avendo la possibilità di conoscere il significato di quando è carente dalla viva voce dai giornalisti del quotidiano “La Stampa”, venuti al “Salone” per raccontare le loro esperienze di “inviati di guerra”. 200 i laboratori proposti durante la rassegna e buon giro d'affari per le librerie, che hanno messo in vendita 11.000 titoli tra i più rappresentativi dell'editoria italiana nel settore ragazzi, con 40 autori presenti che hanno incontrato 70 classi per confrontarsi sui propri testi letti in precedenza dai giovani partecipanti agli incontri.