Notizie Home

“E' la settima volta che proponiamo a Bra il “Salone del libro per ragazzi”, ma questa iniziativa non sente la crisi del settimo anno”. Con queste parole, Beppe Manassero, direttore dell'ufficio Turistico comunale, ha presentato uno degli eventi più attesi dal pubblico più giovane, partecipe con entusiasmo all'apertura della manifestazione. Al taglio del nastro erano presenti le autorità cittadine e tantissimi studenti, nel tardo pomeriggio di oggi, mercoledì 17 maggio 2006, ma il Salone già dalla mattinata è stato meta di giovani visitatori che si sono affollati agli stand allestiti all'interno della struttura del Mercato coperto di piazza XX Settembre. Come tradizione, ad inaugurare il “Salone 2006” sono stati i componenti del Consiglio comunale dei ragazzi di Bra che hanno evidenziato la vasta offerta presente alla rassegna (11.000 titoli) lungo il percorso espositivo. “Un libro è un amico che non ti tradisce”, hanno detto i giovani che si sono alternati al microfono, aggiungendo che “ben venga un salone del libro, ben vengano i ragazzi aspiranti lettori di libri, ed un benvenuto anche agli adulti che non hanno dimenticato l'incanto delle fiabe”.

Apriranno martedì 23 maggio 2006, e si concluderanno venerdì 26, le iscrizioni all'Estate Ragazzi per gli studenti delle scuole materne ed elementari di Bra. L'iniziativa, organizzata dall'Amministrazione civica in collaborazione con la Cis - Compagnia di iniziative sociali di Alba, consentirà la partecipazione ai campi estivi realizzati alla fine dell'anno scolastico nei locali della scuola materna di via Ospedale, per i più piccini, e nella scuola di Madonna Fiori per chi frequenta le elementari.

Sarà l'associazione turistica “La Torre” di Pollenzo a gestire il centro di documentazione della frazione, che sarà realizzato all'intero della chiesa della Madonnina. A stabilirlo la Giunta comunale di Bra, che ha approvato nei giorni scorsi una deliberazione in proposito, con l'obiettivo di dare concreto avvio al progetto che consentirà di realizzare il “Centro di documentazione sulla frazione Pollenzo e sui siti archeologici romani in Piemonte”.

E' bastata poco più di mezz'ora al Consiglio comunale di Bra per ribadire la propria posizione sull'aumento di capitale della Geac, la società che gestisce l'aeroporto di Cuneo Levaldigi. Due voti contrati, quelli della Lega e di An, l'astensione dei due consiglieri della lista civica “La città di tutti” e voto favorevole all'adesione da parte di tutti i rimanenti gruppi di maggioranza e minoranza. Convocati alle otto di questa mattina, lunedì 15 maggio 2006, i consiglieri braidesi hanno mantenuto inalterate le clausole che avevano contraddistinto le precedenti deliberazioni: Bra aderirà alla proposta di aumento di capitale solo se lo faranno anche tutti gli altri principali Comuni della Provincia.

Orario insolito per il Consiglio comunale di Bra, che si riunirà nuovamente per affrontare l'aumento di capitale della Geac, la società che gestisce l'aeroporto di Cuneo Levaldigi. Il presidente dell'assemblea, Gian Massimo Vuerich, ha convocato i consiglieri per le 8 del mattino di lunedì 15 maggio 2006, con un ordine del giorno nel quale, oltre alle comunicazioni di rito del Presidente e del Sindaco, i provvedimenti legati all'aumento di capitale Geac saranno gli unici punti in discussione. La seduta si svolgerà presso la solita sede del Centro polifunzionale culturale “Giovanni Arpino” di largo Resistenza. (rg)