Notizie Home

Si inaugura giovedì 29 dicembre alle 17, nella chiesa di San Rocco, la mostra fotografica organizzata nell'ambito della campagna di sensibilizzazione intrapresa dal Comune di Bra per informare i cittadini sul corretto conferimento dei rifiuti. Si tratta di materiale fotografico realizzato dalle Guardie Ecologiche Volontarie durante l'attività di monitoraggio che gli ecovolontari del nucleo Alba Bra svolgono per la tutela ambientale e la salvaguardia del territorio.

Riunione ieri mattina, martedì 27 dicembre 2005, in Municipio a Bra, in tema di possibile utilizzo della legna proveniente dalla manutenzione dei boschi presenti nella Regione Piemonte quale combustibile per il riscaldamento cittadino. Alla presenza del sindaco di Bra, Camillo Scimone e del primo cittadino di Fossano, Francesco Balocco, accompagnati dai rispettivi assessori Gianfranco Dallorto e Bruno Olivero, oltre che dell’assessore albese Carlo Castellengo, dell’assessore regionale alla Montagna Bruna Sibille, del presidente dell’IPLA (Istituto Piante da Legno) nonché dell’UNCEM (Unione delle Comunità Montane del Piemonte) Lido Riba, all'incontro sono intervenuti Pier Paolo Carini e Lorenzo Veronese, rispettivamente amministratore delegato e dirigente dell' EGEA, gruppo attivo nel campo energetico-ambientale.

Saranno due i premi messi in palio dalla città di Bra nell’ambito del concorso che premia le tesi di laurea che maggiormente valorizzano la realtà della provincia di Cuneo, iniziativa che, anche quest'anno, è promossa dall'amministrazione provinciale e da vari enti del territorio della Granda. I lavori che potranno partecipare al bando devono essere attinenti ad argomenti socio-economici, storici, tecnici, artistici e socio-sanitari concernenti il territorio della provincia di Cuneo ed, in particolare, il concorso prevede che i due premi messi in palio dalla città di Bra siano destinati a tesi di qualunque disciplina, atte ad essere inserite nel patrimonio della locale Biblioteca civica, purchè concernenti il territorio della città della Zizzola.

I teatri stabili e le compagnie di prosa rischiano l'inattività. Potrebbe essere l'inevitabile conseguenza del pesante taglio operato sul Fus (Fondo unico dello spettacolo) dalla Finanziaria 2006. Le prime avvisaglie della delicata situazione del settore “spettacolo” si stanno verificando anche a Bra, dove la programmazione del civico Teatro Politeama ha avuto un cambiamento nel cartellone previsto per la stagione 2005/2006, segnalato in questi giorni dal Circuito Teatrale del Piemonte, in merito alla rappresentazione dello spettacolo “La Tempesta” che, previsto per il 10 gennaio 2006, è stato annullato. (va)
Si è tornato a parlare della situazione della casa di cura Città di Bra nella seduta della Commissione Urbanistica del 21 dicembre scorso. Il vice sindaco Giovanni Comoglio, coadiuvato dai tecnici della Ripartizione Urbanistica comunale, ha esposto ai membri della commissione consiliare, presieduta da Pier Giorgio Pirra, i risultati delle verifiche sugli atti di ampliamento della clinica, come richiesto in passato da alcuni membri della stessa commissione.