Notizie Home

Solidarietà verso le fasce deboli della popolazione ma anche attenzione al commercio cittadino e lotta allo spreco alimentare. Sono questi i temi che stanno alla base delle nuove misure di welfare presentate oggi, martedì 28 gennaio 2020, dal sindaco di Bra Gianni Fogliato in una conferenza stampa che ha visto la presenza del direttore dell’Ascom Luigi Barbero e della direttrice della Caritas cittadina Claudia Alessandri, partner del progetto. “Si tratta di iniziative accomunate dal fatto di nascere direttamente dal territorio, di puntare a coinvolgere un numero crescente di soggetti e di andare incontro alle persone che si trovano in situazioni di difficoltà”, ha sottolineato il Primo cittadino.

Paura, separazione, fame, ma anche pietà, perdono e libertà. E’ stata un’occasione di riflessione significativa e toccante quella vissuta nei giorni scorsi da 350 ragazzi delle scuole superiori e medie di Bra che, nell’ambito delle iniziative organizzate in città in occasione della Giornata della Memoria, lunedì 20 gennaio 2020 hanno assistito in diretta streaming alla testimonianza della senatrice a vita Liliana Segre, superstite dell'Olocausto e attiva testimone della Shoah italiana. La diretta è stata preceduta dal saluto del sindaco Gianni Fogliato e dall’intervento del professor Livio Berardo dell’Istituto Storico della Resistenza.

Prenderanno il via il 27 febbraio 2020 i nuovi corsi di informatica per adulti promossi dal “CPIA - Centro Provinciale Istruzione Adulti di Alba Bra Mondovì”, sede di Bra (via Serra, 9). Si tratta di due corsi di dodici lezioni ciascuna: il primo, dedicato alle nozioni base di “Word ed Excel” (rispettivamente videoscrittura e foglio di calcolo), si svolgerà il giovedì dalle 18,15 alle 20.15, mentre nella stessa giornata, dalle 20.30 alle 22.30, si terrà quello di “Excel avanzato”. Il costo di ciascuno corso è di 70 euro.

Sono giorni che un’intensa cappa di smog staziona su tutta la pianura padana. Ora l’inquinamento atmosferico ha fatto scattare il semaforo arancione anche a Bra, dove per la prima volta dall’entrata in vigore delle misure anti inquinamento in questa stagione invernale è stato superato il limite giornaliero di Pm10 per quattro giorni consecutivi, come rilevato della preposta centralina Arpa.

Oltre alle misure strutturali già previste dal protocollo in vigore fino al 31 marzo 2020, l’attivazione del livello Arancione prevede, da martedì 28 a giovedì 30 gennaio 2020:

- il divieto di circolazione veicolare dalle ore 8:30 alle 18:30 nel centro città (Ztl ambientale) dei veicoli adibiti al trasporto di persone aventi al massimo 8 posti a sedere oltre il conducente dotati di motore diesel con omologazione uguale a Euro 4;

- il divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) aventi prestazioni energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 3 stelle;

- il divieto assoluto, per qualsiasi tipologia (falò rituali, barbecue e fuochi d’artificio, scopo intrattenimento, etc…), di combustioni all’aperto;

- l’introduzione del limite a 19°C (con tolleranza di 2°C) per le temperature medie nelle abitazioni, negli spazi ed esercizi commerciali e negli edifici pubblici, fatta eccezione per le strutture sanitarie;

- il divieto di spandimento dei liquami zootecnici e, in presenza di divieto regionale, divieto di rilasciare le relative deroghe.

Tali misure resteranno in vigore fino a giovedì 30 gennaio 2020, quando Arpa e Regione Piemonte comunicheranno lo stato dell’aria risultante dalle nuove rilevazioni. Maggiori informazioni, il testo completo dell’ordinanza e la mappa delle aree dove la viabilità è consentita sul sito www.comune.bra.cn.it, nella sezione “Servizi e procedimenti”/Ambiente”. (em)

 


Info:
Città di Bra – Polizia Municipale
tel. 0172.413744 - poliziamunicipale@comune.bra.cn.it

Città di Bra – Ufficio Ambiente
tel. 0172.438210 – ambiente@comune.bra.cn.it

Un grande classico della commedia goldoniana ambientata nell’Italia degli anni ‘70. Si tratta dello spettacolo “I due gemelli veneziani”, frutto dell’adattamento di Natalino Balasso, che andrà in scena al Teatro Politeama Boglione di Bra martedì 4 febbraio 2020 alle 21. Nuovo appuntamento di una Bella Stagione che continua a mietere grandi successi. Anche per questo spettacolo, infatti, i biglietti sono già esauriti da tempo.