Notizie Home

Le usanze di Roma antica, ricostruite con rigore storico e filologico, torneranno dunque a rivivere, come per magia, nelle Archeogiornate in programma tra settembre e ottobre nei quattro maggiori musei archeologici della provincia di Cuneo: il Museo civico archeologico e di scienze naturali Federico Eusebio di Alba, il Museo civico archeologico Palazzo Lucerna di Rorà di Bene Vagienna, il Museo civico archeologico e storico-artistico Palazzo Traversa di Bra e il Museo civico Giovan Battista Adriani di Cherasco.

Revocata a Bra l'ordinanza che ieri, mercoledì 11 agosto 2004, aveva determinato lo sgombero di un condominio al numero 44 di via San Giovanni Lontano. Il provvedimento era stato emesso dall'Amministrazione comunale a seguito della segnalazione del Comando provinciale Vigili del Fuoco, intervenuto sul posto dopo il nubifragio che si era abbattuto sulla città della Zizzola nella sera di San Lorenzo.

Nubrifagio di proporzioni eccezionali quello che ieri sera, 10 agosto 2004, si è abbattuto su Bra e il Piemonte. In soli cinquanta minuti, tra le 19:10 e le 20, il pluviometro elettronico in dotazione al Servizio Protezione Civile della Città di Bra ha registrato 43 millimetri di pioggia, dato significativo se si considera che la media dell'intero mese di agosto in città è di poco superiore, 43,4 millimetri.

Inizieranno mercoledì primo settembre 2004 i lavori di riqualificazione di piazza XX Settembre a Bra. L'intervento, che comporterà una spesa vicina al mezzo milione di euro, prevede una diversa regolamentazione del sistema viario e dei marciapiedi per garantire maggiori aree al passeggio, oltre ad una differente viabilità nella zona della Rocca.
Novità per i mercati settimanali del mercoledì e del venerdì, che tradizionalmente avevano proprio in piazza XX Settembre il loro centro.

Questo pomeriggio il Vice Sindaco di Bra, Giovanni Comoglio, ha firmato l'ordinanza di sgombero per una abitazione al numero 44 di via San Giovanni Lontano, nella prima periferia rispetto al centro urbano, dopo che il personale del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Cuneo e tecnici dell'Amministrazione civica hanno verificato questa mattina lesioni statiche della struttura portante che ne hanno determina l'inagibilità.