IoAiutoBra 1 rid

Notizie Home

Le misure di sicurezza adottate per combattere la pandemia hanno cambiato la vita di tante persone. Tra queste ci sono i 20 ospiti del Centro diurno “Il Girasole di Narzole, gestito dal Comune di Bra quale ente capofila del Servizio socio assistenziale territoriale che lega i comuni del Distretto.

Con il decreto Cura Italia, il Governo ha assegnato ai Comuni i fondi da destinare alla distribuzione dei buoni spesa, per far fronte alla situazione di emergenza dei nuclei famigliari rimasti senza risorse economiche adeguate per sostenersi. A fronte delle numerose domande pervenute al Comune di Bra entro la data di chiusura prevista del 16 aprile, dopo due importanti tranche di consegne effettuate in modo repentino, si è riscontrato che le risorse statali assegnate alla nostra città (157 mila euro) non erano sufficienti a fronteggiare le richieste di sostegno pervenute dai cittadini braidesi.

Rilancio delle attività economiche del territorio, lavoro, impresa, commercio e famiglie. Queste le tematiche su cui opererà il nuovo Tavolo di Lavoro intersettoriale per la Ripresa, riunitosi telematicamente questa mattina a Bra con il coinvolgimento dei principali attori territoriali: Amministrazione comunale, rappresentanti delle Associazioni di Categoria, Organizzazioni Sindacali e Istituti bancari.

Grazie ad una generosa donazione della Contea cinese di Yongchang, con la quale il Comune di Bra ha sottoscritto nel 2015 un patto di amicizia, è arrivato in Municipio un importante quantitativo di dispositivi di protezione con l’iscrizione “Yongchang e Bra: siamo uniti in questo momento critico”. La donazione riguarda 20.000 mascherine chirurgiche, 200 scatole di guanti monouso e 200 di tute protettive, dopo che il mese scorso il sindaco Gianni Fogliato aveva preso contatti con il suo omologo cinese per chiedere un sostegno in un momento difficile per la comunità cittadina a seguito del diffondersi della pandemia da Covid-19.

Le limitazioni imposte dalla lotta al Covid 19 non fermano le iniziative del Comune di Bra in favore dei giovani. L’ultimo progetto in ordine di tempo, avviato dall’Ufficio Politiche giovanili in collaborazione con l’omonima Consulta comunale e con la Cooperativa sociale Lunetica, si chiama “Young Talks” e mira ad offrire uno spazio all’interno del quale i giovani possono condividere idee e creare contenuti in grado di stimolare la curiosità di tutti. L’attenzione si concentra sui social network, che rappresentano uno degli strumenti di maggior fruizione di informazioni da parte dei giovani e in questo caso utile mezzo per superare l’impossibilità di ritrovarsi tutti insieme in uno spazio fisico.

L’appuntamento è per venerdì 22 maggio 2020 alle 16,30, quando sulla pagina Instagram @youngtalks_ i ragazzi che partecipano all’iniziativa intervisteranno lo scrittore e storico Carlo Greppi, sottoponendogli alcune domande sui suoi ultimi lavori letterari e sulla difficile situazione che stiamo vivendo.

Greppi ha collaborato con Rai Storia, organizza viaggi della memoria con l’associazione Deina, di cui è socio fondatore, ed è membro del Comitato scientifico dell’Istituto nazionale Ferruccio Parri, che coordina la rete degli Istituti per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea in Italia. Ha pubblicato diversi i saggi, tra cui “L’ultimo treno. Racconti del viaggio verso il lager” (2012, premio Ettore Gallo 2012), “25 aprile 1945” (2018) e “L’età dei muri. Breve storia del nostro tempo” (2019) e “La storia ci salverà. Una dichiarazione d’amore” (2020), oltre ai romanzi per ragazzi “Non restare indietro” (2016, premio Adei-Wizo 2017, sezione ragazzi) e “Bruciare la frontiera” (2018).

Per ulteriori informazioni è possibile consultare la pagina Instagram di YoungTalks o chiamare il 340-1077890. (rb)

Info: Città di Bra – Ufficio Politiche Giovanili