Questo pomeriggio il Vice Sindaco di Bra, Giovanni Comoglio, ha firmato l'ordinanza di sgombero per una abitazione al numero 44 di via San Giovanni Lontano, nella prima periferia rispetto al centro urbano, dopo che il personale del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Cuneo e tecnici dell'Amministrazione civica hanno verificato questa mattina lesioni statiche della struttura portante che ne hanno determina l'inagibilità. L'ordinanza, notificata al proprietario dello stabile ed ai residenti, comporta lo sgombero di alcune famiglie lì alloggiate e richiede una “verifica statica dell'immobile ed un'indagine geologica da parte di professionisti a ciò abilitati”, secondo quanto prescritto nella comunicazione inoltrata al Sindaco della città della Zizzola da parte dei Vigili del Fuoco. “Dopo il sopralluogo dei Vigili del Fuoco e del nostro ufficio tecnico effettuato questa mattina, il provvedimento che ho sottoscritto è un atto dovuto” - afferma il Vice Sindaco Comoglio - “questo per tutelare l'incolumità delle persone interessate, per le quali stiamo valutando le diverse ipotesi per garantire loro una idonea sistemazione”.
Il danneggiamento è anche conseguenza del dissesto statico provocato dal nubifragio che si è abbattuto su Bra attorno alle 19 di ieri sera, martedì 10 agosto 2004, e che ha provocato allagamenti e danni un po' in ogni parte della città. Dai dati forniti dall'osservatorio presso il Servizio comunale di Protezione civile, nel periodo del picco massimo delle precipitazioni (verificatosi tra le 19:10 e le 20) si è registrato un calo della temperatura di circa sette gradi centrigradi, a testimonianza ulteriore dell'eccezionalità dell'evento atmosferico. (rg)