La vocazione turistica braidese è stata scoperta in anni recenti, grazie anche allo straordinario sviluppo assunto dalla riscoperta del patrimonio enogastronomico che ha trovato nelle food valley di Langhe e Roero fertili terreni per offrire ai visitatori suggestivi scorci panoramici, luoghi di cultura e ristorazione d’alto livello. 

Per una professionale promozione del territorio è stato costituito l’Ente Turismo Alba Bra Langhe Roero che coordina le maggiori attività promozionali e turistiche della zona. 

In città è l'Amministrazione comunale che si assume l’onere di organizzare un gran numero di rassegne e kermesse che portano la città all’attenzione del grande pubblico anche con manifestazioni di interesse internazionale (ad esempio Cheese nel campo dell’alimentazione, il festival cinematografico Corto in Bra ed il Salone del libro per ragazzi). 

Bra, città d’arte barocca e dai molti luoghi d’arte legati al culto, diventa così negli anni Novanta meta di un turismo alla ricerca delle raffinatezze della migliore tradizione culinaria piemontese e delle particolari produzioni tipiche della zona. 

Il flusso turistico in tal modo alimentato porta all’insediamento in città di nuove attività ricettive, della ristorazione e di accoglienza che consentono di trovare nuove occasioni di impiego ai giovani locali. L’Istituto Professionale per il Commercio "Velso Mucci" ha introdotto tra i suoi corsi anche un indirizzo alberghiero che servirà a formare gli operatori del domani nel settore. 

Simbolo di tale vitalità è l’associazione internazionale dello Slow Food che, nata dall’idea di alcuni giovani braidesi per preservare le produzioni tipiche locali dalle costrizioni della globalizzazione alimentare, diventa un operatore economico di notevole importanza nel panorama cittadino grazie alle tante attività di promozione ed alla conseguente ricaduta occupazionale che ne è derivata. Ciò anche grazie all’attività dell’annessa casa editrice Slow Food Editore che produce alcune delle pubblicazioni più autorevoli nel campo dell’enogastronomia internazionale. Il Comune di Bra è fondatore del movimento internazionale delle Città Slow, socio dell'Ente turismo Alba Bra Langhe e Roero ed aderisce a "Le terre dei Savoia", l'associazione di promozione turistica  che raccoglie alcuni Comuni del cuneese.