IV^ edizione, ottobre 2004  

Coordinatore generale Andrea Branzi

Sabato 16 Ottobre 2004 alle ore 17.30 è prevista la proclamazione del vincitore del Premio Dedalus 2004 che sarà determinato da una giuria di esperti coordinata dal curatore del premio Andrea Branzi e dalle schede di votazione che saranno compilate dal pubblico che visiterà la mostra. Al vincitore sarà assegnato un premio di Euro 6.000

Ispirandosi alla figura mitologica simbolo dell'inventiva progettuale , della fantasia e della libertà creativa " Dedalo " nel 1987 nacque Dedalus, una manifestazione inizialmente legata a doppio filo al mondo del design e via via evolutasi fino a focalizzare l'attenzione sulle nuove tendenze della società e della cultura, capace di ritagliarsi uno spazio autonomo e riconoscibile nel panorama culturale italiano.
Nel corso delle otto edizioni, a cadenza biennale, che fino ad oggi compongono la sua storia, Dedalus si è sempre ispirata ad un?unica filosofia: cogliere i mutamenti e creare dei corti circuiti per affrontare argomenti innovativi e d'avanguardia con uno spirito divulgativo e portare a Bra alcune delle più vivaci intelligenze italiane, da Sottsass a Mendini, da Ghezzi ad Abruzzese, da Giugiaro a Fiorucci, da Rettore a Trapattoni. E cosi' si è parlato di creatività e di città, di merci feticcio come la Vespa e lo Swatch, di Trash e di riciclo, di comunicazione e mass media sempre con il tono leggero del racconto, utilizzando forme differenti come la mostra, il talk-show, le installazioni urbane, le chiacchiere leggere al tavolo di un caffè.


Dal 1998 la proposta della manifestazione si è arricchita: è stato istituito il premio Dedalus per il design Europeo, un riconoscimento unico nel suo campo che rinsalda lo storico legame con il mondo del progetto e che vuole premiare l'opera di designer già affermati.
L' originalità del premio consiste soprattutto nella sua formula, basata sul confronto tra i giovani progettisti europei, invitati ad esporre un profilo significativo della loro personalità. Questa formula è nata dall'idea che il perno centrale del vasto fenomeno del design, della sua industria e della sua economia, sono sempre e in ogni caso i designer, cioè le persone fisiche che fanno questo mestiere, decidendo di mettersi in discussione in un confronto aperto con i colleghi e con il mercato.
In questo momento molte cose stanno cambiando nella nostra società e l'inizio del nuovo secolo è stato segnato dall'avvento della società dell'incertezza, nel senso che molti dei teoremi su cui il secolo precedente aveva fondato la sua speranza di una grande rifondazione del mondo dentro alla modernità, sono entrati in crisi e nuovi paradigmi stentano ad entrare in funzione.
Questa sorta di attesa, questa sospensione verso il futuro, non deve però essere vissuta come una condizione negativa, ma come una grande occasione per verificare quotidianamente le ragioni del progettare, senza fare più riferimento a grandi contenitori culturali e politici. Tra gli elementi di questa nuova condizione di incertezza, ve ne è uno che riguarda proprio il ruolo del design nei mercati ultra saturi della nostra società; questo elemento è costituito dalla sempre maggiore domanda di qualità estetica e tecnologica che la società richiede. Questa crescente domanda di innovazione e di bellezza non è facilmente affrontabile da parte delle industrie che agiscono sul mercato: innovazione e bellezza non sono facilmente programmabili e il successo di un prodotto in un contesto di grande concorrenza diventa sempre più difficile da garantire. Per questo motivo la presenza dei designer è l'unica garanzia che, a questo difficile problema, qualcuno cerca di dare una soluzione. Cosi' i designer, i giovani progettisti, che in autonomia e in libertà, si fanno carico di rinnovare i segni, interpretare le tecnologie, immaginare nuovi prodotti, nuovi servizi e nuove imprese, costituiscono una straordinaria risorsa per la nostra società occidentale. Senza i designer non esisterebbe il design, l'industria e l'economia che esso muove. Si fanno grandi investimenti per i promuovere i prodotti, ma non abbastanza per promuovere chi i prodotti è capace di immaginarli.


Per il 2004 è stato bandita la IV edizione del Premio Dedalus  Abet per il Design Europeo riservato a designer di età inferiore ai 40 anni, che abbiano realizzato progetti rilevanti nel settore della ricerca e della produzione. Possono partecipare al concorso tutti i progettisti di età inferiore a 40 anni, di qualsiasi nazionalità europea e con qualsiasi titolo di studio, che possano dimostrare di avere svolto con successo la professione o attivit? di ricerca nel settore dell'industrial design.
Il curatore del Premio è Andrea Branzi ha selezionato i finalisti del premio a cui verrà dedicata una mostra allestita nella chiesa di San Rocco con la presentazione di cinque prodotti realizzati dagli stessi :
GIULIO IACCHETTI E MATTEO RAGNI -
AROUNDESIGNSTUDIO - ITALIA
VINCENZ WAMKE - GERMANIA
JAN DOBMAIER - GERMANIA
AZAMBOURG FRANCOIS ? FRANCIA
STUDIO BOONTJE TORD - THE BAKE HOUSE BASING COURT - INGHILTERRA
La mostra sarà inaugurata SABATO 25 SETTEMMBRE 2004 alle ore 17,30 e rimarrà aperta fino al 17 ottobre con il seguente orario: dal lunedi' al venerdi' dalle ore 17.00 alle ore 20.00 - sabato e domenica dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 17.00 alle ore 22.00 - Per le scuole su prenotazione anche in orari diversi previo accordo con l'Ufficio Turismo e Manifestazioni del Comune di Bra - tel. 0172/430185 ? fax 0172/418601


Sabato 16 Ottobre 2004 alle ore 17.30 è prevista la proclamazione del vincitore del Premio Dedalus 2004 che sarà determinato da una giuria di esperti coordinata dal curatore del premio Andrea Branzi e dalle schede di votazione che saranno compilate dal pubblico che visiterà la mostra. Al vincitore sarà assegnato un premio di Euro 6.000.
Parallelamente al Premio Dedalus il Comitato Organizzatore ha promosso un convegno sul tema: - IL DESIGN A TAVOLA - Sabato 25 settembre 2004 alle ore 10.00 all'Auditorium della Cassa di Risparmio di Bra - Via Principi di Piemonte
ANDREA BRANZI - storico del Design sarà il moderatore di una tavola rotonda a cui parteciperanno:
ALDO COLONETTI - Direttore scientifico dell'Istituto Europeo del Design e direttore della rivista Ottagono
GIULIO IACCHETTI e MATTEO RAGNI - Designer Food Design , Consulenti della Guzzini Casa
ALBERTO CAPATTI - Direttore della rivista Slow e coordinatore didattico e scientifico dell'Università di Scienze gastronomiche di Pollenzo
Sempre sabato 25 settembre alle ore 20.00 presso l'Osteria del Boccondivino - Via Mendicità Istruita, 14 - Bra a completamento del convegno  dalla teoria alla pratica  prevista una delle cene cortile programmate in occasione della manifestazione Da cortile a Cortile : IL DESIGN A TAVOLA : oggettistica per l'allestimento e arte in cucina per la presentazione di una tavola imbandita. Quota di partecipazione - 33,00 - Prenotazioni ai seguenti numeri di telefono : 0172/430185 - 0172/425674

Albo d'oro

Fondato nel 1998 il Premio DEDALUS -  ABET è stato assegnato:

1998 al gruppo olandese Droog Design

2000 al giovane designer tedesco Jerszy Seymour

2002 a Paolo Ulian

 

Giuria: La giuria finale del Premio DEDALUS sarà composta da famosi personaggi del   mondo del design e della cultura, oltre ad Andrea Branzi, del Politecnico di Milano, coordinatore del Premio Dedalus.   Montepremi: Il premio DEDALUS 2004 consiste in un riconoscimento pari a 6.000 euro che verrà assegnato al vincitore durante la cerimonia di chiusura a Bra. Modalità di partecipazione: I partecipanti al concorso dovranno inviare per posta i materiali di documentazione richiesti  consistenti in:   - un breve curriculum - la documentazione grafica o fotografica dei propri lavori - una (eventuale) bibliografia delle proprie opere.   Tutti questi materiali devono essere contenuti in una brouchure di non più di 10 pagine A4, e inviati entro il 31 maggio 2004 presso segreteria del Premio. Nel mese di giugno 2004 verranno resi noti i risultati della selezione operata dal Coordinatore, e quindi verranno attivati i contatti per la preparazione del catalogo e il reperimento dei prodotti che dovranno essere non pi? di 4/6 per ciascuno dei cinque finalisti per l'allestimento della mostra relativa.

Parallelamente al Premio Dedalus sarà organizzata una giornata di convegno dal tema: - Il Design a tavola -. Andrea Branzi sarà il moderatore di una tavola rotonda a cui parteciperanno Alberto Alessi, Adolfo Guzzini, Alessandro Mendini, Stefano Giovannoni, Aldo Colonetti. Sul tema in questione verrà anche allestita una mostra di oggetti di design.

Info: Segreteria Dedalus c/o Citt? di Bra Ufficio Turismo e Manifestazioni

Via Moffa di Lisio 14 - 12042 Bra ( Cuneo)

tel. (+39) 0172.430185 - fax (+39) 0172.418601 mail turismo@comune.bra.cn.it

In evidenza

  • Le ultime notizie

    Linea diretta con il Palazzo comunale.  

  • Concorsi pubblici in corso: esiti, ammessi e diario prove

    In queste settimane sono in via di svolgimento presso il Comune di Bra diversi concorsi pubblici. Di seguito i riferimenti dettagliati per ciascun bando.   Concorso per la copertura di un posto di "Istruttore direttivo tecnico" (Cat. D) presso il servizio di polizia amministativa, commercio, fiere e mercati - Suap della Ripartizione Urbanistica, Ambiente, Territorio e Attività Produttive.   Concorso per la copertura di due posti di "Capo Cuoco" (Cat. B3) presso la Ripartizione Servizi alla persona e culturali.   Concorso per la copertura di un posto di "Specialista tecnico ambientale" (Cat. D) presso la Ripartizione urbanistica, ambiente, territorio ed attività produttive.   Concorso per la copertura di due posti di "Istruttore direttivo tecnico" (Cat. D) della Ripartizione Lavori Pubblici, di cui uno riservato al personale interno.

  • Info rifiuti: i contatti dell'Ecosportello

      Si ricorda che per tutte le informazioni inerenti i rifiuti e il servizio di igiene urbana e per la consegna dei kit per la differenziata, è attivo l'Ecosportello. Dal 26 ottobre il servizio è attivo in via Monviso 5A, nei pressi del Centro di raccolta. L'ufficio è aperto tutte le mattine dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 12.30, oltre ai pomeriggi del martedì (13.30 – 17) e del giovedì (15 – 18.30). L’Ecosportello è raggiungibile telefonicamente al numero 0172.201054 o, via mail, all’indirizzo: ecosportello@strweb.biz.

  • Servizi Socio Assistenziali

    E' stata formalizzata la gestione associata in convenzione dei servizi socio-assistenziali tra i Comuni di Bra (ente capofila), Ceresole d’Alba, Cherasco, La Morra, Narzole, Pocapaglia, Sanfrè, Santa Vittoria d’Alba, Sommariva del Bosco, Sommariva Perno e Verduno. In questa sezione del sito web tutti i riferimenti relativi alle aree di intervento, alle sedi territoriali e ai contatti. 

  • BDAP - Banca Dati Amministrazioni Pubbliche: link parte lavori

     E' possibile accedere alle informazioni che il nostro Comune ha inviato alla BDAP (Banca Dati delle Amministrazioni Pubbliche del Ministero dell’Economia e delle Finanze) ai sensi del dlgs 229/2011 e secondo le modalità previste dal DM 26/02/2013.  Di seguito il link del Comune di Bra per accedere allla BDAP: Comune di Bra/BDAP .      

  • ZTL centro storico: i moduli per l'accesso

    Stanno per partire i controlli mediante telecamere dei varchi di accesso alla Ztl del centro storico. Residenti, titolari di posti auto, lavoratori ed altri soggetti che secondo la relativa ordinanza possono accedere all'rea, dovranno comunicare al comando di Polizia municipale i dati dei propri veicoli. I moduli per richiedere l'accesso.

  • Obbligo di pulizia di fossi e strade private

    Un'ordinanza comunale impone la pulizia di fossi e strade private ai proprietari di edifici e terreni prospicenti strade comunali o vicinali. Il motivo: impedire il ristagno di acqua sulla strada e il regolare deflusso. La sanzione può arrivare fino a 500 euro. La notizia.