IoAiutoBra 1 rid

Riparte a giugno l’Alzheimer Cafè, il progetto avviato dall’Amministrazione comunale di Bra in collaborazione con l’associazione “La Cordata”, l’associazione “Insieme” e la Caritas interparrocchiale cittadina per sostenere le persone affette da questa malattia neurodegenerativa e le loro famiglie. Si tratta di incontri di auto mutuo aiuto nei quali le persone che vivono questo problema e i loro parenti possono ritrovarsi in un clima di normalità, parlare con altre persone, condividendo esperienze e buone pratiche.

Il primo appuntamento è in programma per venerdì 5 giugno 2020, dalle 9.30 alle 12, presso il Centro di incontro intercomunale di via Montegrappa a Bra. Le norme dettate per il contenimento della pandemia da Covid 19 rendono però impossibile la partecipazione delle persone affette da demenza a questi incontri, che saranno al momento esclusivamente riservati ai familiari e/o caregivers.

A questi ultimi vengono poi dedicati degli incontri individuali, condotti dalle due psicologhe che seguono il servizio, le dott. Luisa Curti e Alessia Morelli. Questi dovranno però essere prenotati chiamando i numeri 349-8314730 (dott. Morelli) o 347-8859510 (dott. Curti).

Gli appuntamenti, gratuiti e aperti ai familiari dei malati residenti a Bra o in un altro dei Comuni del bacino che fa capo alla città della Zizzola (Cherasco, Ceresole d’Alba, La Morra, Narzole, Pocapaglia, Sanfrè, Santa Vittoria d’Alba, Sommariva del Bosco, Sommariva Perno e Verduno), si svolgeranno in modo da garantire il pieno rispetto delle misure di distanziamento sociale. In particolare, si potrà accedere alla struttura solamente se muniti di mascherina e guanti.

I successivi incontri si svolgeranno nelle mattinate di venerdì 19 e 26 giugno, per concludersi il 3 luglio. (rb)