Il Consiglio comunale di Bra si è riunito ieri, martedì 30 luglio 2019, prendendo atto del permanere degli equilibri di bilancio e approvando l’assestamento al bilancio di previsione 2019/2021.

Il documento – che riaggiorna le previsioni a metà anno e si configura come una sorta di articolata variazione di bilancio – è stato presentato dal sindaco Gianni Fogliato, che ne ha evidenziato alcuni aspetti salienti, tra cui il recepimento in entrata di contributi pubblici e privati (+ 150 mila euro), i riflessi dell’incorporazione del bilancio dei servizi sociali territoriali, il recupero di imposte (+180 mila euro), la maggiore spesa per il servizio mensa a seguito della variazione dell’accordo sindacale relativo alle cooperative operanti nel settore, l’inserimento di contributi a privati per l’abbattimento di barriere architettoniche e per l’acquisto libri di testo. In totale, per l’entrata 2019 si evidenziano maggiori entrate correnti per oltre 552 mila euro e minori entrate correnti per 71.090 euro, mentre le voci di spesa evidenziano maggiori spese correnti per 644.290 euro, minori spese correnti per 136.886 euro e maggiori spese in conto capitale per 23.460 euro.

La delibera è stata approvata con 11 voti a favore e 5 contrari; la minoranza, pur evidenziando la condivisibilità di singoli capitoli e interventi, ha ribadito anche in corso di assestamento il giudizio negativo sull’impianto generale del bilancio, segnalando anche alcune tematiche relative alla sicurezza, agli edifici scolastici e alle politiche sociali, in merito alle quali è giunta risposta specifica da parte della Giunta e dei consiglieri delegati.

Asti-Cuneo: una mozione condivisa
Si è invece raggiunta l’unanimità per l’approvazione della mozione per il completamento dell’autostrada Asti-Cuneo presentata dalla maggioranza. Un obiettivo prioritario sul quale il Consiglio ha fatto fronte comune, predisponendo un testo condiviso che recepisce le integrazioni e modifiche giunte dalla minoranza. In particolare, i consiglieri chiedono al Governo nazionale e regionale e ai parlamentari del territorio che, senza ulteriori ritardi, vengano iniziati al più presto i lavori di completamento del tratto autostradale mancante e delle opere accessorie e che il Comune di Bra, con tempestività sia sempre messo a conoscenza di tutti gli atti che verranno d'ora in poi compiuti al fine di raggiungere l'obiettivo auspicato, soprattutto alla luce dei gravi e innumerevoli danni patiti in questi anni dal territorio braidese a causa di tale ingiustificato ritardo.

Durante il consiglio comunale di martedì 30 luglio è stato approvato anche l’adeguamento del compenso dei revisori dei conti, una variazione al bilancio previsionale di 56.700 euro su capitoli relativi a lavori pubblici e la costituzione – senza oneri a carico del Comune - di una servitù di elettrodotto e di passaggio per cabina elettrica in Strada Molini. (em)

Info: Città di Bra – Segreteria generale
tel. 0172.438317 – segreteria@comune.bra.cn.it