Il prossimo mese di ottobre 2019 prenderà il via la seconda fase del Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni. A differenza dei censimenti del passato, che venivano svolti ogni 10 anni (l’ultimo è stato svolto nel 2011), secondo le nuove disposizioni a livello europeo i censimenti saranno permanenti, cioè saranno effettuati annualmente, e a campione, cioè non coinvolgeranno più tutti i Comuni, tutti i cittadini e l’intero territorio comunale ma, di volta in volta, solo una parte di essi. Il Piano generale di censimento predisposto dall’Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT) prevede di svolgere quattro distinte rilevazioni negli anni dal 2018 al 2021, in modo da giungere in tale ultimo anno ad una “fotografia statistica” il più esatta possibile del nostro Paese: Bra è fra i Comuni che svolgeranno tale rilevazione annuale a campione in tutti e quattro gli anni.

 

Le finalità del Censimento sono:

- assolvere gli obblighi di rilevazione stabiliti dal Regolamento comunitario;
- produrre un quadro informativo statistico sulle principali caratteristiche strutturali della popolazione a livello nazionale, regionale e locale;
- determinare la popolazione legale del territorio
- fornire dati e informazioni utili per la revisione e l'aggiornamento dei registri anagrafici comunali;
- produrre informazioni sulla consistenza numerica delle abitazioni e sulle caratteristiche di quelle occupate.

 

Il Censimento permanente 2019 si articolerà in due rilevazioni, svolte a campione:

- la rilevazione aerale: si tratta di una rilevazione porta a porta delle famiglie presenti in una data area o indirizzo comunale, individuati informaticamente dall’ISTAT, svolta da parte di un incaricato del Comune munito di cartellino di riconoscimento (Rilevatore); le famiglie coinvolte saranno preavvisate tramite locandine, nonché una lettera e un cartoncino d’invito inseriti dai Rilevatori nelle buche delle lettere degli indirizzi interessati, e verranno sottoposte a un’intervista da parte di un rilevatore presso il proprio domicilio;

- la rilevazione da lista: le famiglie coinvolte (sorteggiate informaticamente a livello nazionale con determinati criteri statistici) riceveranno una lettera dall’ISTAT con l’invito a compilare il questionario online.

 

Cosa cambia per le famiglie

La famiglia può essere chiamata a partecipare a una delle due diverse rilevazioni campionarie oppure non essere coinvolta dall’edizione in corso del censimento:

--> La famiglia riceve una lettera che la invita a compilare il questionario online: fa parte del campione della rilevazione da lista.
--> La famiglia è informata dell’arrivo di un rilevatore, attraverso una lettera non nominativa e una locandina affissa negli androni, nei cortili dei palazzi, nelle abitazioni: fa parte del campione della rilevazione areale.
--> La famiglia non riceve alcuna lettera: non fa parte del campione.

 

Come accedeva in passato, anche per il Censimento permanente è previsto l'obbligo di risposta completa e veritiera, (secondo quanto sancito dall'art. 7 del D.Lgs. 6 settembre 1989 n. 322):
• da parte delle famiglie coinvolte nella Rilevazione areale, tramite l’intervista sul posto da parte del Rilevatore;
• da parte delle famiglie coinvolte nella Rilevazione da lista, tramite la compilazione on line dei questionari (non più cartacei come in passato) predisposti dall'ISTAT: per la compilazione dei questionari informatici, le famiglie che lo desiderano potranno essere aiutate dagli addetti del Centro comunale di Rilevazione, anche telefonicamente o tramite l’ausilio dei Rilevatori comunali.

Informazioni:
Centro di Rilevazione del Comune di Bra
c/o Ufficio Censimento, via Barbacana 6, piano terreno
tel. 0172.438259 oppure 0172.438242
Mail: anagrafe@comune.bra.cn.it
Pec: comunebra@postecert.it

Dirigente responsabile: Costanzo Fissore
Responsabile del procedimento: Roberta Perrotta

 

Maggiori informazioni sul sito web dell'Istat (cliccando sull'immagine):