“Fare San Martino” è un modo di dire entrato a far parte della quotidianità di molti, per indicare un cambio, che sia di lavoro o di luogo o di residenza. L'origine di questa espressione risale ad alcuni secoli fa e aveva riscontri pratici nella vita agricola: in questa data, 11 novembre, scadevano i contratti di locazione per i coltivatori, che posano così zappa e rastrello in vista dell’inverno. Questa mattina, 11 novembre 2016, nel giardino del museo civico di storia naturale di Bra “Craveri” un’allegra castagnata è stata l’occasione per “fare san Martino”, chiudendo idealmente le attività 2016 del progetto “Orto in condotta”, percorso educativo di Slow Food che prevede la coltivazione di orti biologici a cura degli studenti delle scuole.

Alla “Festa dell’orto” hanno partecipati alcune classi della scuola elementare “Edoardo Mosca”, le insegnanti, i volontari e i dipendenti del Museo braidese che ospita l’orto didattico, oltre a rappresentanti di Slow Food. Durante la mattinata, gli allievi hanno partecipato anche a un laboratorio multisensoriale di degustazione di oli biologici derivati dalla spremitura di olive e semi di girasole. (em)

Info: Città di Bra – Museo Craveri

tel. 0172.412010 – craveri@comune.bra.cn.it

In evidenza