IoAiutoBra 1 rid
Stava transitando in via Audisio a bordo del suo scooter Yamaha, in senso contrario di marcia, quando si è imbattuto in una pattuglia della Polizia municipale di Bra che lo ha immediatamente fermato per contestargli la violazione. Alla richiesta dei documenti il soggetto ha dapprima dichiarato di averli dimenticati ma, dopo una serie di veloci controlli, è emerso che si trattava di un clandestino. E' quanto successo nei giorni scorsi a Bra, nel pieno centro cittadino. M.F., albanese quarantenne da alcuni anni residente in città, è stato sottoposto a fermo di identificazione e condotto nella caserma della Municipale di via Moffa di Lisio per gli accertamenti del caso e, dopo le operazioni di foto segnalamento effettuate presso il gabinetto fotografico dei Carabinieri di Bra, in tarda nottata è stato rilasciato. M.F. dovrà ora presentarsi presso la Questura di Cuneo per regolarizzare la propria posizione e verrà denunciato alla Procura della Repubblica di Alba per non avere al seguito documenti di identificazione. Il ciclomotore è stato sequestrato in quanto il conducente era privo della patente. Incidente stradale Un' incidente stradale è accaduto in via Vittorio Veneto, nei pressi dell'incrocio con via Adua. Qui si sono scontrate la Peugeot 106 condotta da F.E., ventenne braidese, e la Opel Corsa condotta da S.A., settantenne anch'egli residente a Bra. Illeso il conducente della 106, mentre il conducente della Corsa è stato trasportato presso il Pronto Soccorso dell'ospedale Santo Spirito di Bra, dove i sanitari lo hanno giudicato guaribile in pochi giorni. Sulle cause dello scontro sono ancora in corso le indagini della Pattuglia del pronto intervento della Polizia municipale braidese giunta immediatamente sul posto. (Comando Polizia municipale Bra)