Serata a Bra tutta dedicata a Capoverde, l'arcipelago centro africano diventato alquanto familiare ai braidesi perchè è il paese dove la città della Zizzola sta intervenendo, con progetti specifici, nel settore scolastico. Lunedì 5 giugno, alle 20:45, presso il coro della chiesa di S. Chiara in via Barbacana, un incontro sul tema “Bra - Capo Verde, interventi realizzati e proposte per il futuro”, sarà l'occasione per presentare le iniziative attivate dal Comune di Bra nella Repubblica di Capo Verde oltre che per promuovere un confronto su possibili e ulteriori interventi. In particolare verrà presentato il progetto “Formazione pedagogica a Capo Verde”, che ha visto la realizzazione di un percorso formativo per un gruppo di maestre di alcuni asili capoverdiani. Questo percorso, realizzato con la partecipazione dei direttori didattici Giorgio Odasso e Silvana Manna e della responsabile dell’Asilo Nido di Bra Silvana Bo, si sta concludendo in questi giorni nelle scuole di Bra dove otto maestre capoverdiane stanno svolgendo un periodo di tirocinio. Il progetto “Formazione pedagogica a Capo Verde” è stato finanziato dalla Regione Piemonte e promosso dal Comune di Bra in collaborazione con le direzioni didattiche cittadine, con il centro Missioni Estere dei Frati Cappuccini e l’associazione Missionaria Solidarietà e Sviluppo di Fossano. Nella stessa serata verrà presentato il progetto “Scoprire il territorio e le sue trasformazioni attraverso un gemellaggio tra scuole del Piemonte e di Capo Verde”, promosso dall'Università di Torino, dipartimento di Scienze della Terra, dal CISAO, Centro Interdipartimentale per la Ricerca nel Sahel e nell’Africa Occidentale, con il coinvolgimento del I° circolo didattico di Bra, della scuola elementare Fontana di Torino e della scuola primaria e secondaria di I° grado di Refrancore d’Asti. Questo progetto si è proposto di attuare un percorso di educazione alla sostenibilità in allievi italiani e capoverdiani di età compresa tra i cinque ed i quindici anni, con l’obiettivo di renderli consapevoli della precarietà del rapporto uomo - ambiente in territori ad elevata vulnerabilità e pericolosità. A conclusione dell'incontro, verrà aperto un confronto su possibili aree di intervento nella Repubblica di Capo Verde. (va)