Un convegno giovedì scorso a Bra, nella sala conferenze del Polifunzionale “Arpino”, sul tema “I territori della Libertà”, ha dato inizio al programma di iniziative in ricordo della lotta di liberazione, predisposto dall'Amministrazione comunale di Bra in collaborazione con il Comitato cittadino per l'affermazione dei valori del 25 Aprile e l'Istituto storico della Resistenza della Provincia di Cuneo. Il rapporto fra “Resistenza e territorio” è stato il tema dominante dell'incontro, sul quale sono intervenuti il sindaco Camillo Scimone, la ricercatrice Adriana Muncinelli, collaboratrice dell’Istituto Storico della Resistenza di Cuneo e curatrice della collana “I sentieri della libertà”, Maria Airaudo, rappresentante dei Comuni per la valorizzazione del patrimonio della Resistenza ed il professor Bruno Maida, ricercatore presso il Dipartimento di Storia dell’Università di Torino. “Oggi abbiamo, come storici, gli strumenti per fare un passo avanti rispetto ad una prevalenza, di fatto, di una storiografia della Resistenza ancora centrata sugli aspetti politico-militari ed assai meno attenta alla dimensione sociale della Resistenza” ha esordito il professor Maida nel suo intervento, “se non consideriamo il territorio semplicemente in termini fisici o strategico-militari ma lo intendiamo come sedimentazione culturale, di tradizione, di partecipazione, ci rendiamo conto che è un tassello indispensabile per capire la storia resistenziale”. “I territori della Libertà” costituiscono il teatro delle tante azioni dei nostri Combattenti della Libertà e questo convegno ci dà un'opportunità preziosa per parlare di argomenti di vasto interesse dal punto di vista storico e per ricordare tante personalità che si sono distinte durante la lotta di liberazione e delle quali la nostra città va giustamente fiera” ha dichiarato il sindaco Camillo Scimone all'inizio del suo intervento durante il quale ha ricordato i luoghi “storici” della resistenza braidese. A conclusione dell'incontro, è intervenuto Claudio Lacertosa, assessore ai rapporti con le associazioni combattentistiche e d'arma, relazionando sul tema con ampi riferimenti alla Resistenza europea mettendo in evidenza, in particolare, dati ed aspetti rilevanti del movimento resistenziale italiano. (va)