La Consigliera di parità della provincia di Cuneo, l'avvocato Anna Mantini, è stata ospite della Consulta comunale braidese per le pari opportunità. La Mantini ha spiegato molto chiaramente alcune differenze tra i vari organismi di parità, secondo un principio di organizzazione funzionale, ricevendo dalla presidente dell'organismo braidese, Beatrice Arlorio, alcune informazione sui progetti che la consulta sta cercando di portare avanti. Tra questi, anche la realizzazione della banca del tempo molto caro alla Consulta braidese. La preparazione in campo giuridico della Consigliera di parità ha permesso anche di affrontare alcuni temi di rilievo, tra i quali la conciliazione dei tempi lavoro-famiglia, lo scarso numero delle donne impegnate in politica e la nuova legge che prevede, in caso di separazione, l'affidamento congiunto dei figli, argomento sul quale l'avvocato Mantini sta preparando un dossier. Infine, la Consigliera provinciale ha informato sull'intenzione di portare avanti una riflessione sul diverso trattamento economico all'interno delle aziende che, secondo alcuni studi fatti in altre regioni italiane, può portare, pur a parità di livello e mansione, ad una differenza anche del 27% nella retribuzione tra lavoratori e lavoratrici.