Se cercate un’operetta che stia sul piano de "La vedova allegra", con uno spartito di irrompente spontaneità ed un testo vivace e godibile, questa è “Il Conte di Lussemburgo”. Lo spettacolo, allestito sulle musiche di Franz Lehár, sarà proposto dalla compagnia di Corrado Abbati giovedì 2 marzo 2006, a partire dalle ore 21, al Teatro Politeama “Boglione” di Bra.
Scritta di getto alla fine del 1909, “Il Conte di Lussemburgo” è una tra le operette di Lehár che ben delineano il periodo della Belle Epoque, con un'Europa di inizio Novecento che si esprime attraverso melodie di ispirazione viennese, con le note di valzer a confondersi nell'ambientazione tipicamente parigina. Il tutto impreziosito da coreografie curate da Stefania Brianzi, per un corpo di ballo composto da otto elementi.
Durante il Carnevale, il lusso sfrenato della Ville Lumière e gli squattrinati bohémien convivono spronati dalla voglia di divertirsi, anche da chi non può disporre altro che di magre finanze. René, spiantato conte di Lussemburgo, riceve una straordinaria proposta da un aristocratico russo: egli non può sposare la cantante di cui è innamorato per l'insormontabile differenza di condizione sociale, chiedendo al giovane di maritarsi con l'impegno di divorziare dopo soli tre mesi, conferendogli così il titolo di contessa. Ma i due si conoscono e si amano, lasciando spiragli di lieto fine per un'intricata vicenda sospesa tra forti passioni e non soluti equivoci.
Grazie alla casa musicale “Mauro” che le ha concesso di rappresentare “Il Conte di Lussemburgo” in esclusiva per l’Italia, la compagnia Corrado Abbati affronta l'impegnativo allestimento grazie ai suoi qualificati interpreti, tra i quali emergono Domingo Stasi nel ruolo del conte, Adriana Casartelli che interpreta la sua sposa e lo stesso Corrado Abbati, che veste i patti dello spiantato pittore amico del protagonista.
I biglietti dello spettacolo sono in prevendita, a partire da lunedì 13 febbraio, all'Ufficio Turismo e Manifestazioni comunale di via Moffa di Lisio 14 al costo di 20 euro (16 i ridotti). Maggiori informazioni al numero telefonico 0172.430185 e sul sito internet www.comune.bra.cn.it. (rg)