Fare memoria del passato per tracciare la rotta per il futuro. Molte nazioni hanno istituito un “giorno della memoria” con questo intendimento, creare sensibilità ed attenzione affinchè l'orrore della Shoah non abbia mai più a ripetersi. L'Italia con una specifica legge ha scelto il 27 gennaio, data che vide la liberazione di Auschwitz, quale giornata dedicata al ricordo ed alla riflessione sulla tematica dell'Olocausto. Quest'anno, in occasione della “Giornata della memoria’, la città di Bra proclamerà la sua volontà di ‘non dimenticare’ su due fronti, quello istituzionale e quello didattico-culturale. Le iniziative promosse dall'Amministrazione comunale avranno inizio venerdì 27 gennaio 2006 alle 20:30, con un appuntamento in piazza Roma dove saranno eseguite letture dai rappresentanti del Consiglio Comunale dei ragazzi. Ad introdurre l'intervento dei giovani consiglieri, sarà l'assessore Claudio Lacertosa, delegato del sindaco per i rapporti con le associazioni combattentistiche. Subito dopo, una fiaccolata per le vie del centro ricorderà simbolicamente tutti i Caduti nei lager nazisti, con un corteo che raggiungerà il centro polifunzionale Arpino dove, a partire dalle ore 21:30, si terrà un incontro con la partecipazione di Bianca Hessel Schlesinger, sopravvissuta alla persecuzione nazista ed autrice del libro “Con i lupi alle spalle”. Durante la conferenza, che sarà preceduta da un intervento del sindaco di Bra, Camillo Scimone, sarà rievocata l'esperienza di questa testimone che, dopo aver soggiornato a Bra, ha trovato la salvezza grazie all'aiuto della famiglia Oberto, nativa di Rivalta di La Morra. A conclusione del dibattito sarà proiettato il film “Rosenstrasse”, di Margarethe von Trotta, ispirato alla vicenda storica realmente accaduta nella Germania nazista che vide migliaia di donne ariane sostare giorno e notte davanti ad un edificio di Berlino della Rosenstrasse, dove erano imprigionati i mariti ebrei, in attesa di essere deportati nei campi di sterminio. La serata del 27 gennaio non sarà l'unica occasione per dibattere queste tematiche: a partire da mercoledì 25 gennaio, Bianca Hessel incontrerà gli studenti nelle sedi scolastiche degli Istituti cittadini, secondo quanto concordato nell'ambito del calendario di iniziative predisposte in collaborazione con il “Comitato cittadino per l'affermazione dei valori del 27 gennaio e 25 aprile”, organismo istituito dall'Amministrazione comunale per coordinare le varie iniziative in città. “Nell'organizzare il programma dedicato al 27 gennaio, vogliamo evitare la mera ritualità”, ha ribadito l'assessore Claudio Lacertosa, “e rinnovarci sempre nelle forme e nei contenuti, puntando sulla sensibilità degli insegnanti ma anche sulla valorizzazione dei risultati già ottenuti e sull’elaborazione degli stessi ragazzi che sono stati coinvolti negli anni passati, sulla loro capacità di essere “testimoni”, in modo che ogni singola iniziativa accresca l'esercizio del diritto/dovere della memoria rispetto alla nostra storia recente. Perchè, come ha avuto modo di dire il nostro presidente della Repubblica, «i popoli che non hanno memoria del loro passato non sono padroni del loro futuro»”. (va)