Di professione medico, ma con la vocazione per la musica, cantautore straordinario e comico irresistibilmente surreale. Enzo Jannacci, fra i personaggi più originali della musica italiana, ha cominciato a comporre ed a cantare le sue canzoni nell'ambiente del "cabaret" milanese dei primi anni Sessanta, conservando poi nei testi e nello stile interpretativo la vena di umorismo surreale affine a quella di Dario Fo. Nella sua musica confluiscono la tradizione popolare lombarda e quella dell'impegno sociale, con una particolare attenzione verso il mondo degli umili e degli esclusi.
Con la performance “Teatro: concerto di storie, musica e parole”, lo spettacolo in scena al Teatro Politeama di Bra venerdì 13 gennaio 2006, dalle 21, Enzo Jannacci, affiancato dal figlio Paolo, torna in palcoscenico con una serie di sketch e di intramontabili canzoni, reinterpretate con nuove espressività musicali e soprattutto con l’occhio, l’ironia e l’esperienza attuale dell'autore. Padrone della scena, abilissimo a cucire col parlato solo in apparenza slegato, in questo “concerto di storie, musica e parole” Jannacci svela ancora una volta la sua verve di autentico “animale da palcoscenico”. Con tanto di finale che suona come una parola d’ordine od un promemoria per l’immediato futuro: “e sempre allegri bisogna stare....”.
I biglietti per lo spettacolo sono in prevendita da lunedi' 2 gennaio 2006 presso l'Ufficio Turismo e Manifestazione, via Moffa di Lisio 14, Bra, in orario dal lunedi al venerdi' dalle ore 9:00 alle ore 12:30 e dalle ore 15:00 alle ore 19:00. Ulteriori informazioni al numero telefonico 0172.430185. (va)