Grandi temi in brevi film. Questa la magia del cortometraggio, che ha trovato nel cuore del Piemonte, a Bra (Cn), uno dei suoi luoghi d'elezione. Dal 26 aprile al primo maggio 2006, puntuale con la sua cadenza biennale che lo porterà a festeggiare il decimo compleanno, ritorna il festival internazionale “Cinema Corto in Bra”. Lo staff dell'associazione Bra Cinetica ed i tre storici direttori artistici della rassegna, Luca Busso, Luisa Grosso e Stefano Sardo, sono già al lavoro per preparare una sesta edizione in linea con le aspettative del pubblico e degli appassionati del settore che, con sale piene, lavori di ottima fattura e una contagiosa atmosfera respirata durante le precedenti edizioni, hanno decretato il successo dell'evento. Confermate anche per la prossima edizione le tre sezioni che animano il concorso, con spazi dedicati alla cinematografia breve europea, alle sceneggiature in lingua italiana e ad un vero e proprio festival nel festival, Slow Food on film, che metterà in evidenza come si possa raccontare per immagini luoghi, situazioni, storie e personaggi mettendo al centro della narrazione il rapporto tra l'uomo ed il cibo.
Il primo spazio, “Cinema Corto in Europa”, fornirà una panoramica sulla cinematografia breve nel Vecchio Continente, con i lavori giudicati da studenti di scuole europee sotto la guida di un professionista del settore. Al primo classificato sarà attribuito un premio di 2.500 €, con ulteriori 500 € assegnati a chi otterrà la menzione speciale del presidente di giura. Nell'ambito di questa sezione, un riconoscimento speciale sarà attribuito alla miglior pellicola italiana, con un premio in denaro di 1.000 €.
Il premio più consistente spetterà però al vincitore nella categoria riservata alla miglior sceneggiatura originale in lingua italiana per cortometraggi. Qui sarà attribuito il “Premio Città di Bra”: 7.000 € finalizzati alla trasposizione su pellicola di quanto descritto in sceneggiatura, con l'importo che potrà crescere se il film sarà girato in Piemonte.
Il festival non si fa mancare poi una sezione internazionale, “Slow Food on film”, lo spazio che premia le migliori pellicole che hanno come tema il cibo. In collaborazione con il movimento Slow Food, ai vincitori sarà assegnata la “Chiocciola d'oro” e premi in denaro: 2500 € per il miglior cortometraggio di finzione; 2.000 € per il miglior documentario; mentre le menzioni speciali delle giurie (cui sarà assegnata la “Chiocciola d'argento”) riceveranno un riconoscimento in denaro di 500 €.
Il bando per partecipare alla sesta edizione di “Cinema Corto in Bra” è on line sul sito ufficiale della manifestazione, all'indirizzo www.cortoinbra.it, con il dettaglio delle modalità e dei materiali richiesti (scadenza: 31 gennaio 2006). “Cinema Corto in Bra” è un evento organizzato dall'associazione Bra Cinetica, dalla Città di Bra, dalla Regione Piemonte e dal movimento internazionale Slow Food. (rg)