La Rappresentanza dei Sindaci dell’ASL n. 18 “Alba/Bra”, unitamente al Vice Presidente della Conferenza dei Sindaci e alla Direzione Generale dell’Azienda si sono riuniti il giorno 23 settembre 2005 per un approfondito esame della situazione gestionale dell’Azienda e per verificare la situazione dell’appalto dei lavori del nuovo Ospedale unico di Verduno. Rispetto all’andamento gestionale della nostra ASL, la Rappresentanza ha preso atto, con estremo favore e riconoscendo in tal senso il ruolo assai dinamico svolto dalla Direzione aziendale, dei brillanti risultati conseguiti – grazie all’impegno di tutti i dipendenti – in termini di efficienza nell’erogazione dei servizi sanitari.
Come già apparso sui settimanali locali, la Regione Piemonte ha – infatti – elaborato nel settore della Sanità appositi indicatori di risultato dai quali emerge che l’ASL 18 “Alba/Bra”, con un parametro di valore di produttività per addetto pari a 82.031 €, detiene la migliore prestazione in assoluto fra tutte le Aziende Sanitarie Locali del Piemonte, nel quadro di un finanziamento che risulta essere il più basso, per quota capitaria, di tutta la Regione.
Alla luce di tali positive notizie, i Sindaci della Rappresentanza ritengono doveroso esprimere un particolare apprezzamento nei confronti della Direzione aziendale con la quale esiste una grande sintonia nelle scelte di gestione dell’ASL. Buone notizie sono giunte poi sul fronte del nuovo ospedale.
Oggi con la delibera n. 1504, il Direttore Generale Dott. Morabito ha, infatti, provveduto ad affidare alla ditta Maire S.c.a.r.l. di Roma, vincitrice dell’appalto, la concessione per i lavori di costruzione del nuovo ospedale di Verduno.
Si è, dunque, in dirittura d’arrivo. Infatti, completate le ulteriori procedure burocratiche di stipula del contratto, verso la fine del mese di Novembre a Verduno si aprirà il cantiere del nuovo ospedale. Unanime è stata la grande soddisfazione espressa dai Sindaci. E proprio per non abbassare la guardia rispetto alla realizzazione di questa opera fondamentale per il territorio e per la sanità locale, la Rappresentanza dei Sindaci ha, altresì, stabilito di affrontare in una sua prossima seduta tutte le problematiche (viabilità, programmazione dei servizi, ecc…) concernenti la realizzazione concreta dell’opera, lanciando con forza l’idea dell’istituzione di una Fondazione di diritto privato finalizzata al reperimento delle risorse economiche che saranno in futuro necessarie per l’acquisizione degli arredi e delle più moderne strumentazioni tecnologiche dell’ospedale di Verduno, già oggi – invece – completamente finanziato per quel che riguarda le opere murarie e impiantistiche.
Fondazione a cui potranno aderire tutti i soggetti pubblici e privati interessati ad assicurare al nostro territorio e alla sua popolazione una struttura sanitaria di eccellenza quale il nuovo ospedale di Verduno è naturalmente vocato ad essere.