Crisi di lettori? Non a Bra. Questo dicono le statistiche elaborate dalla Biblioteca Civica della città della Zizzola sul numero dei prestiti effettuati lo scorso anno. Nel 2004 il numero dei volumi usciti dalla struttura di via Guala è salito dai 28.098 del 2003 al complessivo di 28.483. Di questi, la maggior parte è stata prestata a scolari (21.079) e studenti (2.852), seguiti da impiegati (1.189, con la crescita in valore assoluto più elevata), pensionati (616), insegnanti (550) e casalinghe (545). Fiore all'occhiello della Biblioteca Civica braidese è tradizionalmente l'attività di prestito nelle scuole più decentrate. In 119 visite ad istituti della scuola dell'infanzia e primaria, sono stati dati in prestito 8.197 volumi (erano stati 7.966 nei dodici mesi del 2003). Leggermente in calo il numero dei prestiti in sala (759 nel 2004 contro gli 840 dell'anno precedente), mentre grande successo ha avuto la postazione di consultazione web che ha visto 1.614 utenti alternarsi nell'unica postazione disponibile, per un complesso di collegamenti alla rete internet di 807 ore. Altrettanto di rilievo è stata la collaborazione con la Biblioteca civica di Torino, che ha permesso di effettuare il prestito di audiocassette di novantanove opere a non vedenti. Il 2004 ha visto anche un'intesa attività di catalogazione delle opere (4.812 rispetto alle 3.654 del 2003), facendo salire il complesso dei volumi catalogati a 38.362 a fine anno, oltre ad aver già avviato una completa ricatalogazione della sezione ragazzi. Infine, si è provveduto a riparare circa duecentocinquanta volumi e alla foderatura delle collezioni con plastica trasparente. (rg)