La televisione è fine o mezzo di divulgazione culturale? Questo l'enigma al centro dello spettacolo di uno dei padri della televisione italiana, Ugo Gregoretti, che presenterà al teatro Politeama di Bra “Il mio '900” martedì 22 marzo 2005 alle ore 21. Lo spettacolo, scritto, diretto ed interpretato dallo stesso Gregoretti, parte dalla metafora di un anziano signore (interpretato proprio da Gregoretti) che ogni sera, a tavola, stordisce i commensali recitando un canto dell'Eneide in latino. Tutto ciò cessa nel momento in cui uno strano oggetto, il televisore, trova un suo angolo nella sala da pranzo. Lo spettacolo lascerà spazio al ricordo, con un personaggio nato ed artisticamente cresciuto nella Rai del passato, che racconterà la “sua tivù”, fatta di persone e di tanti gustosi “dietro le quinte”, più che dell'ufficialità di quanto viene mandato in onda. Sul palco un grande schermo proporrà autentiche chicche televisive scovate nelle teche Rai, oltre ad alcuni memorabili servizi giornalistici e storiche inchieste in quella che diventerà un'autentica autobiografia per parole ed immagini. Con Ugo Gregoretti, Miriam Mesturino e Sax Nicosia, alter ego più giovane del protagonista. Ultimi biglietti in prevendita all'Ufficio Turismo e Manifestazioni del Comune di Bra in via Moffa di Lisio 14 (tel. 0172.430185). (rg)