A che punto può arrivare una madre, in una società fortemente tradizionalista, per maritare le quattro figlie? E' quanto cercherà di scoprire una deliziosa commedia degli equivoci, dal titolo “Matrimoni e pregiudizi”, che sarà proiettato sullo schermo della Multisala cinematrografica “Vittoria” in via Cavour a Bra, nell'ambito delle iniziative organizzate dalla Consulta comunale per le pari opportunità. Lo spettacolo, ad ingresso libero, si terrà alle ore 21 di lunedì 7 marzo 2005, in anticipo di un giorno rispetto alla festa delle donne. “Matrimoni e pregiudizi”, della regista indiana Gurinder Chadha, è una coproduzione indiano-britannico-statunitense e racconta la vicenda di Mrs. Bakshi, mina vagante per la vita privata delle quattro figlie, preoccupata com'è di trovare loro un buon partito. Tutto ciò sino a considerare un autentico dono divino l'arrivo in città di Balraj, giovane e celibe, che ai suoi occhi pare perfetto per la figlia maggiore, Java. Tra gli interpreti, Ainshwarya Rai, Martin Henderson, Danile Gillies e Naveen Andrews che attualizzeranno nell'India dei nostri giorni i temi del capolavoro di Jane Austen “Orgoglio e pregiudizio”, in puro stile “bollywoodiano”. (rg)