Sono 28.819 i braidesi al 31 dicembre del 2004. Lo ha reso noto l'Ufficio Anagrafe della Città di Bra al termine dei conteggi di fine anno, che hanno registrato l'ennesima crescita della popolazione cittadina quantificata in 260 unità nel corso dell'anno passato.
Complessivamente, più le femmine (14.821, con un incremento di 149 residenti) dei maschi (13.998, + 111 rispetto al 2004), con una popolazione straniera arrivata a quota 1.980. Tra questi ultimi, invece, più uomini (1.035) che donne (945), con una rappresentanza per etnie che tocca tutti e cinque i continenti. La comunità più rilevante è quella albanese (824 residenti), seguita dalla marocchina (554) e dalla rumena (200, tra cui 117 donne). Pressoché interamente maschile l'immigrazione senegalese (44 uomini su un totale di 47 presenze), al quarto posto in questa graduatoria, seguita da indiani (27), tunisini (26) e dai Paesi dell'ex Jugoslavia (25). 22 braidesi arrivano dalla Costa d'Avorio, 18 dalla Cina, 15 da Somalia e Ucraina, 13 i macedoni, 12 gli argentini, i dominicani e i moldovi. Dieci gli equadoregni (8 femmine e 2 maschi), 9 provengono dal Brasile e dal Burkina Faso, 8 dalla Bielorussia, dalla Germania, dalla Nigeria e dalla Russia.
Completano il quadro i residenti in arrivo da Francia (7), Croazia (7), Cuba (7), Spagna (6), Egitto (6), Perù (5), Nigeria (5), Bulgaria (4), Stati Uniti d'America (4), Filippine (3), Gran Bretagna (3), Iran (3), Pakistan (3), Vietnam (3). Due residenti provengono da Belgio, Camerun, Colombia, Congo, Grecia, Irlanda, Libano, Portogallo, Repubblica Ceca. Infine, hanno un solo rappresentante le etnie di Australia, Austria, Bosnia, Gabon, Indonesia, Madagascar, Mali, Seychelles, Slovacchia, Sud Africa, Svizzera, Thailandia, Ungheria e Uruguay. (rg)