E' il direttore dell'Ufficio Turismo e Manifestazioni comunale, Giuseppe Manassero, il responsabile organizzativo del Civico Teatro Politeama di Bra. Lo ha deciso la Giunta comunale nel corso della sua ultima seduta, che ha individuato anche i criteri di concessione della struttura. L'unità organizzativa diretta da Manassero aveva già seguito in primavera tutte le fasi della riapertura del teatro, allestendo un ricco cartellone di eventi che ha spaziato su tutti i generi di spettacolo e di incontro che il nuovo Politeama può offrire, ed ora avrà l'incarico di proporre un ulteriore programma di eventi e un bilancio di previsione per l'ingaggio degli artisti all'esecutivo municipale.
Nella stessa deliberazione, la Giunta ha anche stabilito un disciplinare che individua i criteri per l'utilizzazione della struttura di piazza Carlo Alberto. Chi vorrà usufruirne dovrà presentare domanda all'Amministrazione comunale almeno trenta giorni prima dell'evento, con un rimborso spese che coprirà i costi di gestione. Differenti i contributi richiesti per la tipologia di manifestazione ospitata. Per iniziative di tipo commerciale il canone giornaliero sarà di 3.000 euro, per attività culturali ed artistiche 2.000, mentre per riunioni per scopi sociali, culturali, politici, di interesse generale, o comunque ritenute di particolare interesse da parte dell'Amministrazione civica, purché manchi un fine di lucro, il rimborso sarà di 1500 euro. Tutte le cifre sono da intendersi Iva esclusa e aumentate di 100 euro se sarà necessario utilizzare l'impianto di riscaldamento.
Infine, per manifestazioni realizzate in collaborazione o con la diretta partecipazione dell'Amministrazione comunale, la Giunta fisserà di volta in volta la quota richiesta. Il rimborso comprende le spese di apertura e chiusura del teatro, pulizie dei locali prima e dopo lo spettacolo, personale tecnico per la gestione del palco e delle attrezzature lì contenute, riscaldamento, maschere di sala, squadra antincendio aziendale, assicurazione. Un canone di affitto a parte è previsto per l'uso delle attrezzature in dotazione al teatro, in particolare luci ed audio. Il teatro sarà concesso a terzi solo dopo il versamento al Comune dell'importo dovuto e di una cauzione di 2.000 € . (rg)