Notizie Home

E’ convocato giovedì 28 ottobre 2004 alle ore 18,00, nella sala conferenze del Centro polifunzionale culturale “Giovanni Arpino”, il Consiglio comunale di Bra.
All'ordine del giorno alcune deliberazioni in materia di urbanistica e di bilancio comunale, oltre che l’adozione del “Libro Bianco della Commissione Europea - Un nuovo impulso per la gioventù europea” promulgato dalla Commissione Europea in materia di politiche giovanili.

Incontro in Municipio questa mattina, giovedì 21 ottobre 2004, a Bra tra il Sindaco Camillo Scimone ed il suo vice Giovanni Comoglio con il pool di professionisti che curerà la redazione del nuovo piano regolatore cittadino. Dell'equipe fanno parte il professor Franco Mellano, docente di Urbanistica presso la Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Torino, il professor Carlo Alberto Barbieri, docente di Urbanistica presso la Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino, l’architetto Enio Matassi, esperto in paesaggistica e nelle politiche ambientali, e l’architetto Giuseppe Carità dello studio Saia Engineering di Torino.

Sono partiti questa settimana a Bra i corsi di lingue straniere organizzati dall'Amministrazione comunale e dal Centro territoriale permanente per l'istruzione e la formazione in età adulta Alba-Bra, che prevedevano anche un articolato calendario di appuntamenti riservato ai cittadini stranieri per apprendere la nostra lingua o per conseguire la licenza media. Dal successo dell'iniziativa, in accordo con l'Informagiovani comunale, sono stati organizzati due ulteriori laboratori.

Un fine settimana in Svizzera, alla fine di novembre, per visitare i singolari mercatini di Natale dell'area zurighese. In ragione di un rapporto di gemellaggio che dura da quasi vent'anni, da venerdì 26 a domenica 28 novembre l'Amministrazione comunale di Bra organizza una visita alla città elvetica di Spreitenbach.

Partirà ad inizio novembre il nuovo sistema di raccolta rifiuti della Città di Bra. Attivate nei mesi scorsi le procedure di sensibilizzazione ed informazione nei riguardi degli operatori professionali e delle famiglie, è iniziata in questi giorni la distribuzione nel centro storico dei contenitori per il servizio “porta a porta”, che si propone di migliorare ulteriormente i risultati ottenuti in questi anni nella promozione della raccolta differenziata. Il nuovo servizio non partirà sull'intero territorio comunale, visto che la città è stata suddivisa in aree diverse che avranno modalità e attivazioni distinte nel corso del tempo. Le novità interesseranno in primo luogo i residenti nel centro storico (via Vittorio Emanuele, via Umberto, via Audisio, corso Garibaldi, piazza XX Settembre, piazza Roma, via Ospedale, via Craveri, via Serra, via Vittorio Veneto, via G.B. Gandino, via Trento e Trieste) che hanno ricevuto in questi giorni i contenitori bianchi per la raccolta della carta, gialli per la plastica e secchielli verdi per il vetro.