Crowdfunding civico

Notizie Home

La verità non è mai ciò che sembra, in questo “giallo” coniugale dalla straordinaria suspense, dove ognuno dei protagonisti recita la propria parte, sul palcoscenico di un claustrofobico salotto.
Giovedì 10 febbraio 2005, alle 21, è in cartellone al teatro civico Politeama lo spettacolo di prosa “Piccoli crimini coniugali”, il lavoro di Erich Emmanuel Schmitt proposto dalla compagnia “La Contemporanea”, con la regia di Sergio Fantoni.

Tanto pubblico al Centro “Arpino” di Bra per la conferenza sul tema: “27 gennaio: Il diritto ed il dovere di non dimenticare”, organizzato nell'ambito delle iniziative realizzate dall'Amministrazione comunale in collaborazione con il “Comitato cittadino per l'affermazione dei valori del 27 gennaio e 25 aprile” e l'Istituto Storico della Resistenza della Provincia di Cuneo.

Si riunirà il prossimo sette febbraio, un lunedì, la Consulta comunale per le pari opportunità della Città di Bra. La presidente Bruna Sibille ha convocato l'incontro per le ore 21 al Centro d'incontro comunale al numero 44 di via Audisio.

Cerimonie commemorative, sabato 5 febbraio 2005, a Bra e Villafranca Piemonte per ricordare la figura dei fratelli Ennio ed Ettore Carando, a sessant'anni dal loro martirio avvenuto a Villafranca Piemonte il 5 febbraio 1945. Alle ore 9, al Cimitero di Bra, sarà deposta una corona di fiori sulla tomba della famiglia Carando, mentre successivamente sarà il Comune di Villafranca Piemonte ad essere protagonista degli eventi con due significativi momenti.

Il Sindaco di Alba, Giuseppe Rossetto, e il primo cittadino di Bra, Camillo Scimone, hanno voluto rilasciare una dichiarazione in merito alla prossima realizzazione dell'ospedale unico Alba-Bra nel Comune di Verduno: “Abbiamo appreso dal Presidente della Provincia di Cuneo, l'onorevole Raffaele Costa, che nel mese di febbraio l'Assessore alla Sanità della Regione Piemonte, il dottor Valter Galante, parteciperà con il direttore generale dell'Asl 18, il dottor Francesco Morabito, ad un incontro per illustrare l'iter di realizzazione del nuovo ospedale. E' importante che in quella sede la Regione ribadisca con estrema chiarezza la propria attenzione per un'opera molto attesa dal territorio, elemento qualificante dell'offerta sanitaria pubblica nell'area”.