Notizie Home

In attesa dell'apertura del nuovo anno scolastico, il Sindaco Camillo Scimone e l'Assessore all'Istruzione della Città di Bra, Michelino Davico, hanno incontrato i dirigenti scolastici dei diversi istituti cittadini, in un momento che è servito alla nuova Amministrazione civica per approfondire e conoscere le esigenze provenienti dal mondo della scuola.

Apre giovedì 9 settembre 2004 il cantiere per la realizzazione del nuovo campo da hockey su prato di Bra. La struttura, che sarà realizzata nel parco “Atleti azzurri d'Italia” di Madonna Fiori, è idonea ad ospitare gare internazionali di una delle discipline nella quale le squadre maschili e femminili braidesi sono salite ai massimi vertici in campo continentale.

Prorogati i termini per presentare la denuncia per gli scarichi fognari o di acque reflue che non confluiscono nella pubblica fognatura e non sono ancora autorizzati.

Si è tenuto giovedì 2 settembre, nella Sala consiliare del Comune di Cherasco, il primo incontro di approfondimento sulle opportunità di finanziamento offerte alle aziende insediate nel territorio dei Comuni che aderiscono al Distretto industriale Bra-Carmagnola. Ad introdurre i lavori sono stati il primo cittadino cheraschese Pier Luigi Ghigo, il consigliere delegato della città delle Paci per i temi del Distretto industriale, Sergio Barbero, e l'Assessore alle politiche del lavoro della Città di Bra, Roberto Russo, mentre ad entrare nello specifico sui temi legati alle opportunità di finanziamento sono stati Elena Saglietti del Servizio Politiche Attivie del Lavoro (Spal) del Comune di Bra e Marco Didier dello Sportello Imprese della Provincia di Cuneo.

All'interno degli eventi del “Salone del gusto” 2004, la biennale dell'alimentazione che si svolgerà dal 20 al 23 ottobre prossimo a Torino, un grande momento sarà sicuramente l'incontro mondiale tra le comunità del cibo “Terra madre”. L'evento, organizzato dal Ministero per le Politiche Agricole, dalla Regione Piemonte, dalla Città di Torino e da Slow Food, porterà in Piemonte oltre cinquemila persone che si confronteranno e dibatteranno sulla qualità dei prodotti ma soprattutto degli equilibri che sono venuti a crearsi nella distribuzione delle risorse a livello planetario, della dignità dei lavoratori e della salute dei consumatori, con un occhio di riguardo alle ripercussioni che la pratica agricola ha sulla politica ambientale.