Notizie Home

A partire da lunedì 31 luglio 2017 e fino a sabato 5 agosto 2017, i lavori del teleriscaldamento effettuati dalla ditta Bra Energia sul territorio comunale di Bra comporteranno la sospensione della circolazione veicolare nel tratto di via Piumati tra l'incrocio con via XXIV Maggio (compreso) e l'incrocio con via XXIV Aprile (compreso). Agli automobilisti, si consigliano i seguenti percorsi alternativi. Per chi proviene da via Piumati ed è diretto verso il centro città si consiglia di percorrere via Rolfo (o via Ravello e via dell'Artiginato), corso Monviso, viale delle Rimembranze o via Montello. In senso opposto, dal centro verso via Piumati, il percorso suggerito passa per viale delle Rimembranze, via Boetto, via XXIV Maggio (transito destinato o residenziale); viale delle Rimembranze o via Montello, Corso Monviso, via Rolfo o via dell'Artigianto e via Ravello (transito diretto verso Cavallermaggiore). Nei prossimi giorni analoghi lavori interesseranno strada Ca' del Bosco e viale Madonna dei Fiori: verrà organizzato un transito alternato con movieri sul viale, in direzione centro e in direzione Torino, per consentire l'attraversamento e la posa dei sottoservizi, da strada Ca' del Bosco, alla scuola elementare "Gioetti". 

Info: Città di Bra – Polizia municipale
tel. 0172.413744 – poliziamunicipale@comune.bra.cn.it

Dopo il successo de “La traviata” lo scorso anno, torna il consueto appuntamento estivo con l’opera in piazza a Bra, martedì 1° agosto 2017 alle 21. La rassegna “Recondite Armonie” promossa dall’associazione Amici della musica di Savigliano porta in piazza Caduti per la Libertà la “Cavalleria Rusticana”, opera lirica in un unico atto di Pietro Mascagni, tratta dalla novella omonima di Giovanni Verga. Rocambolesche vicende amorose, ambientate in un piccolo paese della Sicilia di fine Ottocento, vedranno come protagonisti principali il siciliano Turiddu (interpretato dal tenore Andrea Bianchi) e la bella Lola (il mezzosoprano Serena Dominici). Tornato dopo un lungo anno di servizio militare, il giovane scopre che la sua amata si è nel frattempo sposata con Alfio (il baritono Ivan Marino). Colmo di gelosia, Turiddu seduce la giovane Santuzza (voce del soprano Anna Maria Turicchi) ma nulla riuscirà a fargli dimenticare la seducente Lola, fino al duello finale contro il suo nemico Alfio.

Sul palco, l’Orchestra Filarmonica del Piemonte del maestro Stefano Coppo e il coro Quadrivium di Genova diretto da Giovanni Battista Bergamo. La regia è di Edoardo Siravo con aiuto regia di Monica Punzi. Sceneggiature curate da Grandi Allestimenti Milano.

I biglietti sono in vendita al costo di 10 euro, con prenotazione posto a sedere numerato, presso l’Ufficio Manifestazioni e Turismo del Comune di Bra, in piazza Caduti per la Libertà 20, tutti i pomeriggi dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 18. Maggiori informazioni allo 0172.430815.

Info: Città di Bra - Ufficio Turismo e Manifestazioni
Tel: 0172 430185 - turismo@comune.bra.cn.it

Anche quest’anno durante l’estate lo Sportello consumatori che riceve il mercoledì e il sabato mattina presso la sede della Casa delle associazioni di piazza Valfrè a Bra sospende l’attività nel mese di agosto. Lo sportello rimarrà chiuso dal 30 luglio al 25 agosto 2017, riprendendo regolarmente a funzionare da sabato 26 agosto, dalle 9 alle 12. Per info: bra@movimentoconsumatori.it


Info: Città di Bra - Ufficio relazioni con il pubblico

Tel: 0172 438278 - urp@comune.bra.cn.it

La seduta del consiglio comunale di lunedì 24 luglio 2017 a Bra si è aperta con un momento di saluto a don Gigi Coello, il sacerdote che lascia la parrocchia di Sant'Antonino per il trasferimento a Beinasco. Il sindaco di Bra, Bruna Sibille, ha ricordato gli anni trascorsi in città da don Gigi, sottolineando il rapporto di amicizia e di vicinanza costruito con la comunità. A don Gigi è stata donata una copia del volume sugli Statuti braidesi e una stampa della città. 

Discusse sette interrogazioni 

In tema di accoglienza migranti, l'interrogazione presentata dai consiglieri Massimo Somaglia, Marco Ellena (Forza Italia) Roberto Marengo (Somaglia per Bra), Davide Tripodi e Sergio Panero (Bra Domani): hanno chiesto di fare il punto della situazione, di sapere se per i migranti in hotel si paga la tassa di soggiorno. “Attualmente sul territorio comunale ci sono 23 persone su 27 posti disponibili sulla base dei progetti di accoglienza attivi. Ad oggi non sono presenti strutture alberghiere che prestano servizio di accoglienza che in ogni caso non si configurerebbe come un'attività ricettiva, ma un servizio prestato alla Prefettura”, ha risposto l’assessore alle Politiche sociali, Gianni Fogliato. Non soddisfatti della risposta i proponenti hanno annunciato che ripresenteranno l'interrogazione per sapere se ci saranno ulteriori arrivi in città. Gli stessi proponenti hanno illustrato una seconda interrogazione per chiedere se Bra entrerà nel circuito Trip City Map come comune geo digitale. Ha risposto il sindaco Bruna Sibille: “Il Comune di Bra ha avviato una trattativa per entrare nel circuito dei comuni che usano la App Municipium che offre una molteplicità di servizi ed è messa a punto dalla società che ha predisposto la nuova piattaforma digitale del Comune. Inoltre è in progettazione una App della protezione civile locale che in parte sarebbe rivolta ai cittadini, con alert per le emergenze. Nei primi tempi pensiamo di affiancare anche un servizi di messaggi Sms per coloro che non possiedono uno smartphone e almeno una di queste soluzioni sarà operativa entro fine anno”. La terza interrogazione presentata dagli stessi consiglieri, ha chiesto aggiornamenti sul progetto di superamento del passaggio a livello in relazione ai lavori di restyling della stazione presentati il 14 luglio scorso. Secondo il consigliere Pietro Ferrero (Con Sibille per Bra), “Alcuni degli interventi sono evidentemente propedeutici al futuro interramento dei binari, altri sono chiaramente incompatibili, ma indispensabili a rendere più efficiente il servizio adesso”. I consiglieri hanno poi portato all'attenzione della Giunta una problematica di viabilità in un tratto di via Gabotto. Ha risposto l'assessore ai Lavori Pubblici, Luciano Messa: “Abbiamo fatto un sopralluogo e l'istituzione di un divieto di sosta e di un'area di parcheggio potranno essere valutati nella commissione competente”. Il consigliere del Movimento Cinque Stelle Claudio Allasia, con una interrogazione, ha poi chiesto informazioni sulla “regolarità urbanistico-edilizia del piano regolatore vigente” in particolare in riferimento al progetto di realizzazione di una unità abitativa ex novo in via Santa Maria del Castello. “Ai consiglieri comunali farò avere una dettagliata informativa tecnica su questo caso. In generale, la nostra città si è dotata di un piano regolatore che consentiva l'intervento – ha risposto il sindaco - così come è consentito intervenire altrove nei termini previsti dal Prcg vigente”. Successivamente, sempre a firma di Allasia, sono state affrontate due interrogazioni sull'incuria delle aiuole di via Piumati e sull'inagibilità dell'area cani di viale Madonna Fiori. L'assessore Messa ha spiegato le criticità della manutenzione delle aiuole e sottolineato la necessità di sostituire la recinzione e ripristinare l'area cani, che potrebbe essere ampliata del 20-30%: è in corso la raccolta dei preventivi. 

Mozione su “Daspo comunale” e ok al piano di zonizzazione acustica

Respinta la mozione presentata dai consiglieri Allasia (Cinque stelle) e Ab Amajou (Bra città per vivere) per proporre uno schema uniforme per le convenzioni di assoggettamento ad uso pubblico di spazi di parcheggio privati in ambito urbanistico: sia la maggioranza che gli altri consiglieri di opposizione preferiscono che si continui a valutare caso per caso la stipula di accordi tra il Comune e gli operatori coinvolti. Consiglieri favorevoli, invece, ad un “censimento di questi spazi e ad una migliore segnalazione delle aree e degli orari”. Il consigliere Marengo ha illustrato poi una seconda mozione in tema di sicurezza per l'adozione del “Daspo del sindaco” e di altri strumenti di prevenzione del degrado urbano e contenimento della microcriminalità per allontanare soggetti pericolosi dai luoghi “critici” della città secondo quando previsto dal decreto legge 14/2017. “L'incolumità dei braidesi è una priorità del nostro sindaco – ha commentato il consigliere Marina Isu (Pd) rimandando una discussione più approfondita alla commissione sicurezza, per individuare le zone in cui indirizzare eventuali interventi – e questo strumento è al vaglio della nostra amministrazione, abbiamo mezzi di prevenzione e pianificazione periodica degli interventi della polizia municipale. Per il “Daspo comunale” mancano ancora indicazioni attuative che evitino di incorrere nel reato di abuso di ufficio”. La mozione è stata poi approvata con alcuni emendamenti condivisi tra maggioranza e opposizione. Astenuto il consigliere Amajou. L'ingegner Giulio Pignatta di Acusma ha poi illustrato l'aggiornamento del piano di classificazione acustica di cui è iniziato l'iter di approvazione. “A seguito del nuovo piano regolatore – ha spiegato il tecnico, introdotto dal sindaco Sibille – è stato necessario rivedere complessivamente il piano acustico precedentemente in vigore per allinearlo alle nuove disposizioni urbanistiche”. Il piano prevede sei zone diverse in cui sono indicati i limiti di emissioni di rumori possibili, individua fasce di rispetto e possibili accostamenti di destinazioni d’uso diverse. Il consigliere Ellena ha espresso perplessità su possibili criticità che potrebbero insorgere rispetto ad alcune attività produttive, mentre il consigliere Panero ha sottolineato la complessità dello strumento ed evidenziato altre situazioni potenzialmente problematiche, come i dehors, o le strade comunali. Il documento è stato approvato con i voti favorevoli della maggioranza (10), astenuti i consiglieri di opposizione presenti al voto, Panero, Ellena e Somaglia.

Via libera all'assestamento del bilancio di previsione

In chiusura della seduta è stato approvato l'assestamento al bilancio di previsione 2017/2019. L'assessore alle Finanze Gianni Fogliato ha illustrato alcune variazioni al bilancio spiegando le voci più significative che riguardano la gestione del personale (minori spese per 230 mila euro a fronte di maggiori spese per 170 mila), il recepimento 100 mila euro di nuovi contributi e 30 mila euro di incasso da alienazioni e alcuni contributi da enti e fondazioni che riguardano progetti specifici come il Salone del libro per ragazzi o il progetto “Vittime della tratta” del Granello di senape. Il documento è stato approvato con i voti della maggioranza, astenuti Amajou e contrari Somaglia, Ellena, Panero e Marengo. Successivamente è stata votata la delibera che conferma la salvaguardia degli equilibri di bilancio 2017. “Una delibera importante – ha spiegato Fogliato – perché fa si che almeno una volta all'anno nel massimo organo comunale che è il consiglio si verifichi il permanere degli equilibri finanziari in proiezione rispetto a fine anno. Dalla verifica effettuata non emergono elementi distorsivi che facciano ipotizzare un disavanzo di amministrazione”. Ha commentato Somaglia: “Questo appuntamento che in passato era di valore politico sullo stato di avanzamento dei programmi, oggi sia sempre più tecnico”. “Un passaggio che è frutto di un grande lavoro dell'Amministrazione: con piccole modifiche sul bilancio previsionale, che a metà dell'anno ci consentono di lavorare per i prossimi mesi”, ha aggiunto Alberto Bergesio (Pd). Hanno votato favorevolmente i consiglieri di maggioranza. Ultimo punto all'ordine del giorno, la nomina, su sorteggio, del collegio dei revisori dei conti per il prossimo triennio. L'incarico sarà affidato ad Anna Paschero (presidente), Stefano Vincenzo Gotta e Massimo Berta che resteranno in carica fino al 2020. Tutti i consiglieri presenti hanno votato a favore. 

 

Info:  Città di Bra  - Ufficio relazioni con il pubblico

          Tel: 0172 438278 - urp@comune.bra.cn.it

 

In consiglio comunale salutato don Gigi Coello

Approvato l’assestamento del bilancio di previsione

La seduta del consiglio comunale di lunedì 24 luglio 2017 a Bra si è aperta con un momento di saluto a don Gigi Coello, il sacerdote che lascia la parrocchia di Sant'Antonino per il trasferimento a Beinasco. Il sindaco di Bra, Bruna Sibille, ha ricordato gli anni trascorsi in città da don Gigi, sottolineando il rapporto di amicizia e di vicinanza costruito con la comunità. A don Gigi è stata donata una copia del volume sugli Statuti braidesi e una stampa della città.

Discusse sette interrogazioni

In tema di accoglienza migranti, l'interrogazione presentata dai consiglieri Massimo Somaglia, Marco Ellena (Forza Italia) Roberto Marengo (Somaglia per Bra), Davide Tripodi e Sergio Panero (Bra Domani): hanno chiesto di fare il punto della situazione, di sapere se per i migranti in hotel si paga la tassa di soggiorno. “Attualmente sul territorio comunale ci sono 23 persone su 27 posti disponibili sulla base dei progetti di accoglienza attivi. Ad oggi non sono presenti strutture alberghiere che prestano servizio di accoglienza che in ogni caso non si configurerebbe come un'attività ricettiva, ma un servizio prestato alla Prefettura”, ha risposto l’assessore alle Politiche sociali, Gianni Fogliato. Non soddisfatti della risposta i proponenti hanno annunciato che ripresenteranno l'interrogazione per sapere se ci saranno ulteriori arrivi in città. Gli stessi proponenti hanno illustrato una seconda interrogazione per chiedere se Bra entrerà nel circuito Trip City Map come comune geo digitale. Ha risposto il sindaco Bruna Sibille: “Il Comune di Bra ha avviato una trattativa per entrare nel circuito dei comuni che usano la App Municipium che offre una molteplicità di servizi ed è messa a punto dalla società che ha predisposto la nuova piattaforma digitale del Comune. Inoltre è in progettazione una App della protezione civile locale che in parte sarebbe rivolta ai cittadini, con alert per le emergenze. Nei primi tempi pensiamo di affiancare anche un servizi di messaggi Sms per coloro che non possiedono uno smartphone e almeno una di queste soluzioni sarà operativa entro fine anno”. La terza interrogazione presentata dagli stessi consiglieri, ha chiesto aggiornamenti sul progetto di superamento del passaggio a livello in relazione ai lavori di restyling della stazione presentati il 14 luglio scorso. Secondo il consigliere Pietro Ferrero (Con Sibille per Bra), “Alcuni degli interventi sono evidentemente propedeutici al futuro interramento dei binari, altri sono chiaramente incompatibili, ma indispensabili a rendere più efficiente il servizio adesso”. I consiglieri hanno poi portato all'attenzione della Giunta una problematica di viabilità in un tratto di via Gabotto. Ha risposto l'assessore ai Lavori Pubblici, Luciano Messa: “Abbiamo fatto un sopralluogo e l'istituzione di un divieto di sosta e di un'area di parcheggio potranno essere valutati nella commissione competente”. Il consigliere del Movimento Cinque Stelle Claudio Allasia, con una interrogazione, ha poi chiesto informazioni sulla “regolarità urbanistico-edilizia del piano regolatore vigente” in particolare in riferimento al progetto di realizzazione di una unità abitativa ex novo in via Santa Maria del Castello. “Ai consiglieri comunali farò avere una dettagliata informativa tecnica su questo caso. In generale, la nostra città si è dotata di un piano regolatore che consentiva l'intervento – ha risposto il sindaco - così come è consentito intervenire altrove nei termini previsti dal Prcg vigente”. Successivamente, sempre a firma di Allasia, sono state affrontate due interrogazioni sull'incuria delle aiuole di via Piumati e sull'inagibilità dell'area cani di viale Madonna Fiori. L'assessore Messa ha spiegato le criticità della manutenzione delle aiuole e sottolineato la necessità di sostituire la recinzione e ripristinare l'area cani, che potrebbe essere ampliata del 20-30%: è in corso la raccolta dei preventivi.

Mozione su “Daspo comunale” e ok al piano di zonizzazione acustica

Respinta la mozione presentata dai consiglieri Allasia (Cinque stelle) e Ab Amajou (Bra città per vivere) per proporre uno schema uniforme per le convenzioni di assoggettamento ad uso pubblico di spazi di parcheggio privati in ambito urbanistico: sia la maggioranza che gli altri consiglieri di opposizione preferiscono che si continui a valutare caso per caso la stipula di accordi tra il Comune e gli operatori coinvolti. Consiglieri favorevoli, invece, ad un “censimento di questi spazi e ad una migliore segnalazione delle aree e degli orari”. Il consigliere Marengo ha illustrato poi una seconda mozione in tema di sicurezza per l'adozione del “Daspo del sindaco” e di altri strumenti di prevenzione del degrado urbano e contenimento della microcriminalità per allontanare soggetti pericolosi dai luoghi “critici” della città secondo quando previsto dal decreto legge 14/2017. “L'incolumità dei braidesi è una priorità del nostro sindaco – ha commentato il consigliere Marina Isu (Pd) rimandando una discussione più approfondita alla commissione sicurezza, per individuare le zone in cui indirizzare eventuali interventi – e questo strumento è al vaglio della nostra amministrazione, abbiamo mezzi di prevenzione e pianificazione periodica degli interventi della polizia municipale. Per il “Daspo comunale” mancano ancora indicazioni attuative che evitino di incorrere nel reato di abuso di ufficio”. La mozione è stata poi approvata con alcuni emendamenti condivisi tra maggioranza e opposizione. Astenuto il consigliere Amajou. L'ingegner Giulio Pignatta di Acusma ha poi illustrato l'aggiornamento del piano di classificazione acustica di cui è iniziato l'iter di approvazione. “A seguito del nuovo piano regolatore – ha spiegato il tecnico, introdotto dal sindaco Sibille – è stato necessario rivedere complessivamente il piano acustico precedentemente in vigore per allinearlo alle nuove disposizioni urbanistiche”. Il piano prevede sei zone diverse in cui sono indicati i limiti di emissioni di rumori possibili, individua fasce di rispetto e possibili accostamenti di destinazioni d’uso diverse. Il consigliere Ellena ha espresso perplessità su possibili criticità che potrebbero insorgere rispetto ad alcune attività produttive, mentre il consigliere Panero ha sottolineato la complessità dello strumento ed evidenziato altre situazioni potenzialmente problematiche, come i dehors, o le strade comunali. Il documento è stato approvato con i voti favorevoli della maggioranza (10), astenuti i consiglieri di opposizione presenti al voto, Panero, Ellena e Somaglia.

Via libera all'assestamento del bilancio di previsione

In chiusura della seduta è stato approvato l'assestamento al bilancio di previsione 2017/2019. L'assessore alle Finanze Gianni Fogliato ha illustrato alcune variazioni al bilancio spiegando le voci più significative che riguardano la gestione del personale (minori spese per 230 mila euro a fronte di maggiori spese per 170 mila), il recepimento 100 mila euro di nuovi contributi e 30 mila euro di incasso da alienazioni e alcuni contributi da enti e fondazioni che riguardano progetti specifici come il Salone del libro per ragazzi o il progetto “Vittime della tratta” del Granello di senape. Il documento è stato approvato con i voti della maggioranza, astenuti Amajou e contrari Somaglia, Ellena, Panero e Marengo. Successivamente è stata votata la delibera che conferma la salvaguardia degli equilibri di bilancio 2017. “Una delibera importante – ha spiegato Fogliato – perché fa si che almeno una volta all'anno nel massimo organo comunale che è il consiglio si verifichi il permanere degli equilibri finanziari in proiezione rispetto a fine anno. Dalla verifica effettuata non emergono elementi distorsivi che facciano ipotizzare un disavanzo di amministrazione”. Ha commentato Somaglia: “Questo appuntamento che in passato era di valore politico sullo stato di avanzamento dei programmi, oggi sia sempre più tecnico”. “Un passaggio che è frutto di un grande lavoro dell'Amministrazione: con piccole modifiche sul bilancio previsionale, che a metà dell'anno ci consentono di lavorare per i prossimi mesi”, ha aggiunto Alberto Bergesio (Pd). Hanno votato favorevolmente i consiglieri di maggioranza. Ultimo punto all'ordine del giorno, la nomina, su sorteggio, del collegio dei revisori dei conti per il prossimo triennio. L'incarico sarà affidato ad Anna Paschero (presidente), Stefano Vincenzo Gotta e Massimo Berta che resteranno in carica fino al 2020. Tutti i consiglieri presenti hanno votato a favore. (ea)

Info:  Città di Bra  - Ufficio relazioni con il pubblico

          Tel: 0172 438278 - urp@comune.bra.cn.it

https://ssl.gstatic.com/ui/v1/icons/mail/images/cleardot.gif

Cinema all’aperto nel giardino del Museo Craveri, sabato 29 luglio 2017 alle ore 21.30. In programma c’è il film “Wild” diretto da Jean Marc Valée con Reese Whiterspoon candidata agli Oscar 2015 come miglior attrice protagonista. Cheryl Strayed è una giovane donna dal passato infelice e turbolento, a partire da un’infanzia segnata dalla violenza del padre fino alla maturità in cui perde improvvisamente la madre e vede finire dolorosamente il proprio matrimonio. Schiacciata dalla dipendenza dell’eroina, Cheryl troverà la forza interiore per lasciarsi i brutti ricordi alle spalle e intraprendere un lungo viaggio in solitaria sui monti occidentali degli Stati Uniti d’America, lungo il quale incontrerà numerose difficoltà: dal doversi destreggiare con la ricerca di materie prime al dover fare i conti con sé stessa e le proprie paure. “Wild”, tratto dal libro di memorie “Wild: From Lost to Found on the Pacific Crest Trail” della vera Cheryl Strayed, è un film che celebra il bisogno di avventura, alla ricerca di sé stessi e della libertà verso un’insperata rinascita. La proiezione è ad ingresso libero. 


Info: Città di Bra – Museo Craveri
tel. 0172.412010 – craveri@comune.bra.cn.it