Notizie Home

L'assessore all'Ambiente del Comune di Bra, Giovanni Marco Gallo, ha rappresentato ufficialmente l'Amministrazione civica durante il viaggio sui luoghi della vergogna della Seconda guerra mondiale: i campi di sterminio di Buchenwald, Flossemburg e Dachau. L'iniziativa, partita dalla sede cuneese dell'Associazione nazionale degli ex deportati politici nei campi nazisti ed organizzata dalla sede provinciale dell'Acli e dal comitato locale di Cuneo della Croce Rossa Italiana, aveva ottenuto il patrocinio della Città di Bra.

Saranno definite le aree di “tutela assoluta” (entro dieci metri dall'area di captazione), di “rispetto” (entro 200 metri) e “di protezione” dei terreni circostanti i tre pozzi principali cui attinge l'acquedotto comunale di Bra. In applicazione della legge regionale sulla tutela delle acque, a deciderlo nella sua ultima seduta è stata la Giunta comunale della città della Zizzola, affidando l'incarico ad uno studio tecnico braidese (lo studio Zerotrepiù) di redigere tutti gli atti necessari relativamente ai tre impianti di Casa del Bosco (due impianti) e del Pozzo Petitti, nei pressi della stazione di pompaggio del Baffumetto.

“Credo sia un intervento interessante ma il primo passaggio da fare è formalizzare la costituzione di un gruppo di lavoro misto che comprenda la Regione, il Comune, la Provincia e Rfi (Rete ferroviaria italiana, la spa del gruppo Ferrovie dello Stato che si occupa della gestione del patrimonio rotabile, ndr), ed al quale possano partecipare anche i membri del comitato spontaneo che si è formato in città. Si dovrà, in tempi brevi, sottoscrivere un protocollo d'intesa tra tutti gli interessati, avviando una progettazione che ci consenta di definire i costi dell'intervento entro la fine dell'anno. Solo a questo punto si potrà parlare di accordo di programma, che si potrà stipulare solo quando vi sarà certezza di risorse”. Così si è pronunciato sull'ipotesi di copertura e superamento del passaggio a livello di Bra, l'assessore regionale ai Trasporti Daniele Borioli, nel corso dell'incontro organizzato dall'assessore regionale alle Opere pubbliche, la braidese Bruna Sibille.

Sarà l'edizione del decennale quella 2005 di “Da cortile a cortile”, la rassegna enogastronomica di Bra organizzata dall'Amministrazione comunale in collaborazione con l'Atl di Langhe e Roero, l'Ascom e l'Ente Manifestazioni. Oltre ai rituali appuntamenti che hanno fatto conoscere nel tempo l'evento di settembre, tra cui la passeggiata enogastronomica della domenica pomeriggio tra i cortili della città, la principale novità di quest'anno sarà la “notte bianca”, con le ore piccole tra sabato 24 e domenica 25 settembre animate da momenti di intrattenimento, occasioni di shopping e la possibilità di visitare palazzi storici e musei per tutta la notte, cui si aggiungeranno spazi ritagliati per l'enogastronomia, con spuntini e colazioni servite al chiaro di luna.

Inizieranno lunedì 18 luglio 2005 i lavori di sostituzione e potenziamento delle tubazioni per acqua e gas in strada San Michele a Bra. Grazie agli accordi con le società concessionarie, si provvederà al potenziamento della pressione della rete gas ed a garantire maggior portata per le tubazioni dell'acquedotto comunale. In considerazione della presenza del cantiere potrebbero verificarsi dei disagi, nel tratto di strada compreso tra la sede della casa di cura e la chiesa posti lungo il percorso.