Notizie Home

 

Il superamento del limite giornaliero di Pm10 per quattro giorni consecutivi rilevato dalla centralina Arpa di Asti – riferimento territoriale anche per le aree di Bra e Alba - ha fatto scattare il semaforo arancione sotto la Zizzola. Come previsto dal nuovo protocollo antismog adottato dalla Regione Piemonte, recepito anche dal Comune di Bra con l’ordinanza n. 369 del 6 novembre scorso, da venerdì 24 novembre scatterà quindi il blocco del traffico nel centro città (Ztl ambientale) per i veicoli diesel adibiti al trasporto di persone con omologazioni fino all’Euro 4 dalle 8.30 alle 18.30 e dalle 08.30 alle 12.30 per i veicoli diesel adibiti al trasporto merci con omologazioni fino all’Euro 3. Non si potrà sostare con il motore acceso né spandere liquami zootecnici o effettuare qualsiasi tipo di combustione all’aperto. No all’uso di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa con prestazioni energetiche ed emissive inferiori alla classe 3 stelle, mentre nelle case e nei negozi si dovrà abbassare la temperatura a 19°.

Proseguono gli appuntamenti pomeridiani nella biblioteca civica “Giovanni Arpino” con il progetto “Nati per leggere” e le letture animate dedicate ai più piccoli, dai 3 ai 6 anni.

Causa previsioni meteo avverse, sarà rinviato a sabato 16 dicembre 2017 alle ore 15,30, l'incontro al Museo Craveri con Maurizio Zampellon , scrittore, giardiniere, vivaista e fotografo appassionato di verde e natura, che presenterà il suo ultimo libro "Vento alto" edito recentemente da “Officina naturalis”.

E' la “cucina” più grande della città e anche quest'anno apre le porte al pubblico per mostrare locali, attrezzature e illustrare come vengono preparati i pasti serviti quotidianamente nelle scuole braidesi.

 

Un altro veicolo circolante con assicurazione falsa è stato scoperto a Bra dagli Agenti della Polizia municipale: nella serata di ieri, durante un posto di controllo sulla circolazione stradale, una pattuglia ha fermato un autocarro Renault segnalato dal Targa System come privo di copertura assicurativa da oltre 4 mesi. Il conducente all'atto del controllo ha esibito certificazione assicurativa valida sino a febbraio 2018, risultata poi -da successivi controlli- falsa. Gli agenti hanno immediatamente posto sotto sequestro il veicolo ed emesso la pesante sanzione. La documentazione assicurativa contraffatta è stata posta sotto sequestro amministrativo; la Compagnia assicurativa potrà ora agire civilmente nei confronti del proprietario del mezzo dinnanzi al Tribunale Civile. (Polizia Municipale)