Ultime Home

È partita la gara alle adesioni per donare ospitalità ai delegati Cheese 2017. Anche quest’anno sono tantissime le famiglie piemontesi volenterose che intendono dare il benvenuto a ben 100 uomini e donne che prenderanno attivamente parte alla manifestazione dal 15 al 18 settembre. Slow Food e la Città di Bra hanno già raccolto numerose partecipazioni non solo da residenti nel comune di Bra ma anche da Alba, Cherasco, Cavallermaggiore, Fossano, Sommariva del Bosco e alcuni comuni dell’Alta Langa e del Monregalese. Nelle scorse edizioni della manifestazione casearia era già stato registrato un forte sostegno ed entusiasmo per questa iniziativa che vede l’emozionante condivisione di storie di vita e di tradizioni tra persone di nazionalità diverse.

Molte famiglie piemontesi sono già pronte, anche quest’anno, ad aprire le porte di casa ed offrire accoglienza a persone appassionate di prodotti caseari e allevamento, provenienti da tutto il mondo: Europa, Africa e America Latina, territori che in questi ultimi 20 anni l’associazione Slow Food si è adoperata a valorizzare, dando maggiore visibilità a prodotti tipici locali di appartenenza. Tra i delegati ospitati, anche una decina di allevatori e casari italiani provenienti da Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo, zone colpite dal terremoto degli ultimi mesi a cui Slow Food vuole dedicare maggiore attenzione attraverso conferenze, laboratori del Gusto e un progetto di Crowdfunding volto a donare un aiuto concreto ai territori colpiti. Cheese 2017, che alla sua ventesima edizione vede quest’anno come ospite indiscusso il latte crudo, si riconferma così facendo un ottimo momento per valorizzare non solo i prodotti locali ma anche i temi sociali di condivisione e ospitalità di cui noi italiani siamo da sempre apprezzati in tutto il mondo.

Per ospitare i delegati che parteciperanno a Cheese 2017 basta mettere a disposizione dell’organizzazione i posti letto in più a casa propria mandando una mail a ospitalita@slowfood.it oppure telefonando al numero 0172 419603.

 

La seduta del consiglio comunale di lunedì 24 luglio 2017 a Bra si è aperta con un momento di saluto a don Gigi Coello, il sacerdote che lascia la parrocchia di Sant'Antonino per il trasferimento a Beinasco. Il sindaco di Bra, Bruna Sibille, ha ricordato gli anni trascorsi in città da don Gigi, sottolineando il rapporto di amicizia e di vicinanza costruito con la comunità. A don Gigi è stata donata una copia del volume sugli Statuti braidesi e una stampa della città. 

Discusse sette interrogazioni 

In tema di accoglienza migranti, l'interrogazione presentata dai consiglieri Massimo Somaglia, Marco Ellena (Forza Italia) Roberto Marengo (Somaglia per Bra), Davide Tripodi e Sergio Panero (Bra Domani): hanno chiesto di fare il punto della situazione, di sapere se per i migranti in hotel si paga la tassa di soggiorno. “Attualmente sul territorio comunale ci sono 23 persone su 27 posti disponibili sulla base dei progetti di accoglienza attivi. Ad oggi non sono presenti strutture alberghiere che prestano servizio di accoglienza che in ogni caso non si configurerebbe come un'attività ricettiva, ma un servizio prestato alla Prefettura”, ha risposto l’assessore alle Politiche sociali, Gianni Fogliato. Non soddisfatti della risposta i proponenti hanno annunciato che ripresenteranno l'interrogazione per sapere se ci saranno ulteriori arrivi in città. Gli stessi proponenti hanno illustrato una seconda interrogazione per chiedere se Bra entrerà nel circuito Trip City Map come comune geo digitale. Ha risposto il sindaco Bruna Sibille: “Il Comune di Bra ha avviato una trattativa per entrare nel circuito dei comuni che usano la App Municipium che offre una molteplicità di servizi ed è messa a punto dalla società che ha predisposto la nuova piattaforma digitale del Comune. Inoltre è in progettazione una App della protezione civile locale che in parte sarebbe rivolta ai cittadini, con alert per le emergenze. Nei primi tempi pensiamo di affiancare anche un servizi di messaggi Sms per coloro che non possiedono uno smartphone e almeno una di queste soluzioni sarà operativa entro fine anno”. La terza interrogazione presentata dagli stessi consiglieri, ha chiesto aggiornamenti sul progetto di superamento del passaggio a livello in relazione ai lavori di restyling della stazione presentati il 14 luglio scorso. Secondo il consigliere Pietro Ferrero (Con Sibille per Bra), “Alcuni degli interventi sono evidentemente propedeutici al futuro interramento dei binari, altri sono chiaramente incompatibili, ma indispensabili a rendere più efficiente il servizio adesso”. I consiglieri hanno poi portato all'attenzione della Giunta una problematica di viabilità in un tratto di via Gabotto. Ha risposto l'assessore ai Lavori Pubblici, Luciano Messa: “Abbiamo fatto un sopralluogo e l'istituzione di un divieto di sosta e di un'area di parcheggio potranno essere valutati nella commissione competente”. Il consigliere del Movimento Cinque Stelle Claudio Allasia, con una interrogazione, ha poi chiesto informazioni sulla “regolarità urbanistico-edilizia del piano regolatore vigente” in particolare in riferimento al progetto di realizzazione di una unità abitativa ex novo in via Santa Maria del Castello. “Ai consiglieri comunali farò avere una dettagliata informativa tecnica su questo caso. In generale, la nostra città si è dotata di un piano regolatore che consentiva l'intervento – ha risposto il sindaco - così come è consentito intervenire altrove nei termini previsti dal Prcg vigente”. Successivamente, sempre a firma di Allasia, sono state affrontate due interrogazioni sull'incuria delle aiuole di via Piumati e sull'inagibilità dell'area cani di viale Madonna Fiori. L'assessore Messa ha spiegato le criticità della manutenzione delle aiuole e sottolineato la necessità di sostituire la recinzione e ripristinare l'area cani, che potrebbe essere ampliata del 20-30%: è in corso la raccolta dei preventivi. 

Mozione su “Daspo comunale” e ok al piano di zonizzazione acustica

Respinta la mozione presentata dai consiglieri Allasia (Cinque stelle) e Ab Amajou (Bra città per vivere) per proporre uno schema uniforme per le convenzioni di assoggettamento ad uso pubblico di spazi di parcheggio privati in ambito urbanistico: sia la maggioranza che gli altri consiglieri di opposizione preferiscono che si continui a valutare caso per caso la stipula di accordi tra il Comune e gli operatori coinvolti. Consiglieri favorevoli, invece, ad un “censimento di questi spazi e ad una migliore segnalazione delle aree e degli orari”. Il consigliere Marengo ha illustrato poi una seconda mozione in tema di sicurezza per l'adozione del “Daspo del sindaco” e di altri strumenti di prevenzione del degrado urbano e contenimento della microcriminalità per allontanare soggetti pericolosi dai luoghi “critici” della città secondo quando previsto dal decreto legge 14/2017. “L'incolumità dei braidesi è una priorità del nostro sindaco – ha commentato il consigliere Marina Isu (Pd) rimandando una discussione più approfondita alla commissione sicurezza, per individuare le zone in cui indirizzare eventuali interventi – e questo strumento è al vaglio della nostra amministrazione, abbiamo mezzi di prevenzione e pianificazione periodica degli interventi della polizia municipale. Per il “Daspo comunale” mancano ancora indicazioni attuative che evitino di incorrere nel reato di abuso di ufficio”. La mozione è stata poi approvata con alcuni emendamenti condivisi tra maggioranza e opposizione. Astenuto il consigliere Amajou. L'ingegner Giulio Pignatta di Acusma ha poi illustrato l'aggiornamento del piano di classificazione acustica di cui è iniziato l'iter di approvazione. “A seguito del nuovo piano regolatore – ha spiegato il tecnico, introdotto dal sindaco Sibille – è stato necessario rivedere complessivamente il piano acustico precedentemente in vigore per allinearlo alle nuove disposizioni urbanistiche”. Il piano prevede sei zone diverse in cui sono indicati i limiti di emissioni di rumori possibili, individua fasce di rispetto e possibili accostamenti di destinazioni d’uso diverse. Il consigliere Ellena ha espresso perplessità su possibili criticità che potrebbero insorgere rispetto ad alcune attività produttive, mentre il consigliere Panero ha sottolineato la complessità dello strumento ed evidenziato altre situazioni potenzialmente problematiche, come i dehors, o le strade comunali. Il documento è stato approvato con i voti favorevoli della maggioranza (10), astenuti i consiglieri di opposizione presenti al voto, Panero, Ellena e Somaglia.

Via libera all'assestamento del bilancio di previsione

In chiusura della seduta è stato approvato l'assestamento al bilancio di previsione 2017/2019. L'assessore alle Finanze Gianni Fogliato ha illustrato alcune variazioni al bilancio spiegando le voci più significative che riguardano la gestione del personale (minori spese per 230 mila euro a fronte di maggiori spese per 170 mila), il recepimento 100 mila euro di nuovi contributi e 30 mila euro di incasso da alienazioni e alcuni contributi da enti e fondazioni che riguardano progetti specifici come il Salone del libro per ragazzi o il progetto “Vittime della tratta” del Granello di senape. Il documento è stato approvato con i voti della maggioranza, astenuti Amajou e contrari Somaglia, Ellena, Panero e Marengo. Successivamente è stata votata la delibera che conferma la salvaguardia degli equilibri di bilancio 2017. “Una delibera importante – ha spiegato Fogliato – perché fa si che almeno una volta all'anno nel massimo organo comunale che è il consiglio si verifichi il permanere degli equilibri finanziari in proiezione rispetto a fine anno. Dalla verifica effettuata non emergono elementi distorsivi che facciano ipotizzare un disavanzo di amministrazione”. Ha commentato Somaglia: “Questo appuntamento che in passato era di valore politico sullo stato di avanzamento dei programmi, oggi sia sempre più tecnico”. “Un passaggio che è frutto di un grande lavoro dell'Amministrazione: con piccole modifiche sul bilancio previsionale, che a metà dell'anno ci consentono di lavorare per i prossimi mesi”, ha aggiunto Alberto Bergesio (Pd). Hanno votato favorevolmente i consiglieri di maggioranza. Ultimo punto all'ordine del giorno, la nomina, su sorteggio, del collegio dei revisori dei conti per il prossimo triennio. L'incarico sarà affidato ad Anna Paschero (presidente), Stefano Vincenzo Gotta e Massimo Berta che resteranno in carica fino al 2020. Tutti i consiglieri presenti hanno votato a favore. 

 

Info:  Città di Bra  - Ufficio relazioni con il pubblico

          Tel: 0172 438278 - urp@comune.bra.cn.it

 

 

A partire da lunedì 31 luglio 2017 e fino a sabato 5 agosto 2017, i lavori del teleriscaldamento effettuati dalla ditta Bra Energia sul territorio comunale di Bra comporteranno la sospensione della circolazione veicolare nel tratto di via Piumati tra l'incrocio con via XXIV Maggio (compreso) e l'incrocio con via XXIV Aprile (compreso). Agli automobilisti, si consigliano i seguenti percorsi alternativi. Per chi proviene da via Piumati ed è diretto verso il centro città si consiglia di percorrere via Rolfo (o via Ravello e via dell'Artiginato), corso Monviso, viale delle Rimembranze o via Montello. In senso opposto, dal centro verso via Piumati, il percorso suggerito passa per viale delle Rimembranze, via Boetto, via XXIV Maggio (transito destinato o residenziale); viale delle Rimembranze o via Montello, Corso Monviso, via Rolfo o via dell'Artigianto e via Ravello (transito diretto verso Cavallermaggiore). Nei prossimi giorni analoghi lavori interesseranno strada Ca' del Bosco e viale Madonna dei Fiori: verrà organizzato un transito alternato con movieri sul viale, in direzione centro e in direzione Torino, per consentire l'attraversamento e la posa dei sottoservizi, da strada Ca' del Bosco, alla scuola elementare "Gioetti". 

Lavori in corso anche per la realizzazione di nuovi attraversamenti pedonali di Piazza Roma, di fronte alla stazione ferroviaria e ai giardini pubblici e per il rifacimento dei marciapiedi di via Craveri (dalla chiesa di Santa Chiara a corso San Secondo). Il cantiere si concluderà il 7 agosto 2017: per tutto il periodo, il tratto di via Craveri interessato dai lavori resterà chiuso al traffico, che sarà consentito esclusivamente ai residenti, per l'ingresso e l'uscita dalle rispettive abitazioni.

Info: Città di Bra – Ufficio Lavori Pubblici

tel. 0172.430346 – lavoripubblici@comune.bra.cn.it

Il Comune di Bra ha aderito ad un’iniziativa della Regione Friuli Venezia Giulia per commemorare i caduti e dispersi della Prima Guerra Mondiale in occasione del centenario.

Definire il quadro dei fabbisogni formativi delle aziende del territorio da correlare ai dati relativi ai trend occupazionali del bacino, al fine di poter individuare in maniera sinergica specifici progetti di intervento a favore dei fabbisogni delle imprese e di contrasto alla disoccupazione locale. Questo l’obiettivo del questionario destinato alle attività produttive presenti nel bacino braidese, da oggi compilabile sul sito del Comune di Bra, a questo link (nuova finestra) .

Il modulo, semplice e rapido, è suddiviso in quattro aree tematiche (anagrafica azienda, risorse umane, fabbisogni professionali e formativi, mercato). La maggior parte delle domande prevede risposta chiusa, mentre alcuni campi sono a risposta aperta con la possibilità, in alcuni casi, di fornire anche risposte multiple.

Il questionario è stato elaborato dal Tavolo delle Attività Produttive, istituito a partire dal 2015 dal Comune di Bra con lo scopo di promuovere l’integrazione delle realtà del settore istituzionale e del settore produttivo locale e definire in maniera condivisa obiettivi e linee generali delle politiche per lo sviluppo economico del territorio. Fanno parte del Tavolo di concertazione e confronto rappresentanti della Provincia di Cuneo, dell’Unione Industriale, dell’Associazione italiana imprenditori per un’economia di comunione, delle sedi braidesi di Ascom, Coldiretti e Confartigianato, di CNA, Confcooperative e Legacoop Cuneo, di Cgil e Cisl, della Fondazione Cassa di Risparmio di Bra e Fondazione Banca d’Alba.

Il questionario resterà disponibile per la compilazione on line sino al 22 settembre 2017. Per chiarimenti o precisazioni, è possibile contattare il Servizio Politiche Attive del Lavoro del Comune di Bra ai numeri 0172.438154 oppure 0172.438241. (em)


Info: Città di Bra – SPAL
Tel. 0172.438154 – spal@comune.bra.cn.it

Come di consueto, in concomitanza con l’avvio dei saldi estivi, sarà potenziata l’offerta di parcheggi in centro città con l’apertura del cortile delle scuole “Maschili” di Bra (con accesso per le auto da via Marconi e per i pedoni anche da via Vittorio Emanuele). Da domenica 2 luglio 2017 e fino alla fine del mese di agosto, le auto potranno accedere al parcheggio tutti i giorni dalle 8. Dal lunedì al giovedì il parcheggio chiude alle 20 mentre è confermata l’apertura estesa fino all’una di notte nelle serate di venerdì, sabato e domenica. 

Info: Città di Bra – Ufficio relazioni con il pubblico
Tel. 0172.438278– urp@comune.bra.cn.it

In evidenza

  • Bonus Asilo Nido 2017: informazioni per i neoiscritti

    Per le famiglie che fanno richiesta del Bonus Asilo Nido 2017, erogato dall'Inps, l'Asilo nido comunale di Bra (nella sede principale di via Caduti del Lavoro), rilascia le dichiarazioni dell’avvenuto inserimento in graduatoria del bambino necessarie alla presentazione delle domande per i bambini che ancora non frequentano il nido. Per info e richieste asilonido@comune.bra.cn.it . Si ricorda che le domande per il bonus possono essere presentate accedendo ai servizi telematici online dell'inps; chiamando il numero verde Inps 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile; rivolgendosi a Patronati o agli altri intermediari autorizzati. 

  • BDAP - Banca Dati Amministrazioni Pubbliche: link parte lavori

     E' possibile accedere alle informazioni che il nostro Comune ha inviato alla BDAP (Banca Dati delle Amministrazioni Pubbliche del Ministero dell’Economia e delle Finanze) ai sensi del dlgs 229/2011 e secondo le modalità previste dal DM 26/02/2013.  Di seguito il link del Comune di Bra per accedere allla BDAP: Comune di Bra/BDAP .      

  • Le ultime notizie

    Linea diretta con il Palazzo comunale.  

  • ZTL centro storico: i moduli per l'accesso

    Stanno per partire i controlli mediante telecamere dei varchi di accesso alla Ztl del centro storico. Residenti, titolari di posti auto, lavoratori ed altri soggetti che secondo la relativa ordinanza possono accedere all'rea, dovranno comunicare al comando di Polizia municipale i dati dei propri veicoli. I moduli per richiedere l'accesso.

  • Carta S.I.A.: moduli

    Un sostegno concreto e tangibile per chi è più in difficoltà, a fronte dell’adesione ad un progetto di attivazione sociale e lavorativo. E' possibile ritirare agli sportelli della ripartizione socio-scolastica comunale (piazza Caduti libertà 18) i moduli per richiedere la carta S.I.A., acronimo di “Sostegno per l’inclusione attiva”, che consente a coloro che hanno un indicatore Isee inferiore a tremila euro di ricevere una carta di pagamento per acquisti in negozi, farmacie e supermercati o negli uffici postali per pagare le bollette elettriche o del gas devono essere consegnati allo sportello della ripartizione Servizi alla persona n piazza Caduti della Libertà 18 nei seguenti orari:da lunedì a venerdì dalle 8:30 alle 12:45; il sabato dalle 10 alle 12; martedì e giovedì dalle 15-16. . Le pagine.

  • Obbligo di pulizia di fossi e strade private

    Un'ordinanza comunale impone la pulizia di fossi e strade private ai proprietari di edifici e terreni prospicenti strade comunali o vicinali. Il motivo: impedire il ristagno di acqua sulla strada e il regolare deflusso. La sanzione può arrivare fino a 500 euro. La notizia.

  • Ricerche anagrafiche storiche

    Una operazione partecipata di implementazione delle banche date storiche dei movimenti demografici della città. Utilizzando il servizio “ArchiviPopolazione” si ha la possibilità di accedere ad un sistema di di crediti che permette di rendere consultabili i dati nella misura in cui si contribuisce ad alimentare la banca dati storica dei dati sulla popolazione. Vai alla pagina.    

  • Figli di immigrati: le condizioni per chiedere la cittadinanza italiana

    Anche Bra ha aderito alla campagna nazionale dell'Anci, l'associazione nazionale dei comuni italiani, “18 anni in Comune!”. L'iniziativa vuole essere un’opportunità in più offerta alle seconde generazioni delle famiglie di stranieri che, al compimento del diciottesimo anno di età possono, nell’attuale sistema normativo, diventare a tutti gli effetti cittadini italiani. Requisiti: essere nati in Italia e aver risieduto nel Belpaese continuativamente sino ai 18 anni. La domanda può essere presentata prima del compimento del diciannovesimo anno d'età. La pagina e la guida.