Arte



santuario madonna fiori

 

Nella parte nord della città in direzione Torino, lungo l’omonimo viale, sorge il Santuario della Madonna dei Fiori, complesso religioso costituito dal Santuario Vecchio, il Santuario Nuovo e la Casa degli Esercizi Spirituali. 

 

Santuario Madonna fiori pruno fiorito

 

Il Santuario Vecchio venne eretto nel 1626 nel luogo dove una cappella ricordava l’apparizione della Madonna ad Egidia Mathis nel dicembre del 1336.

 

Il santuario vecchio della Madonna dei Fiori

 

L’edificio ha pianta longitudinale nella quale si inseriscono tre cappelle su ogni lato. In una di esse è conservata la statua della Madonna dei Fiori che ogni 8 settembre, giorno della festa patronale, viene portata in processione per la città. All’interno del Santuario è conservato un dipinto del pittore fiammingo Jean Claret che ritrae proprio la Madonna dei Fiori.

 

Santuario nuovo della Madonna dei Fiori

 

Il Santuario Nuovo venne realizzato nel 1933, su progetto dell’ingegner Bartolomeo Gallo, a pianta centrale con due campanili gemelli. Gli affreschi dell’interno sono di Piero dalle Ceste che ha realizzato anche il grande quadro che ritrae l’apparizione della Vergine Maria ad Eugenia Mathis.

 

area sportiva Madonna dei fiori

 

Nei pressi del Santuario si trova la ricca dotazione impiantistico sportiva della città e un’accogliente area verde attrezzata.

 


Chiesa di San Rocco

Venne costruita nella prima metà del XVI secolo ed ampliata nel 1715 con la facciata attuale eseguita nel 1890. Durante la rivoluzione francese, S. Rocco era il luogo dove si tenevano le adunanze politiche ed è oggi utilizzata come sala mostre.

 

 

San Giovanni Battista

Affacciata su Via Vittorio Emanuele si trova la più antica parrocchiale di Bra, la Chiesa di San Giovanni Battista. Costruita nel XVI secolo in prossimità della Chiesa di Sant’Antonino Vecchio, nell’attuale piazzetta Conti Guerra del Grione. La Chiesa, progettata dall’architetto Giovanni Schellino, ha una pianta a tre navate con cappelle su ciascun lato. E’ munita di cupola a doppia volta con esterno ottagonale.

 

All’interno della Chiesa si trovano una serie di affreschi di Luigi Morgani eseguiti attorno alla metà degli anni Venti. Altra opera interessante conservata in San Giovanni è il "Beato Sebastiano Valfrè che distribuisce l’elemosina ai poveri" opera di Agostino Cottolengo, fratello del Santo braidese Giuseppe, quest’ultimo ritratto in una tela del Siffredi e conservata anch’essa all’interno della Chiesa.

 

 

Via Cavour

Via Cavour costituisce la principale area pedonalizzata della città. E’ il "salotto buono" di Bra con esercizi commerciali e bar pasticceria che, nei mesi estivi, propendono verso il centro della via i loro dehors. Alle due estremità della via si trovano le Chiese dei Battuti Neri e di San Rocco.

 

 



L’edificio fu costruito dal 1693 a pianta longitudinale con due profonde cappelle laterali. All’interno si possono trovare due tele di Jean Claret, eseguite verso la metà del Seicento, che provengono dalla chiesa del Convento dei Domenicani. Ornata da una grande tela di Giovanni Antonio Molineri, che raffigura le "Anime del Purgatorio", sul lato sinistro si trova la grande cappella della Compagnia del Suffragio.