L’art. 74 del Decreto Legislativo 26 marzo 2001, n. 151 (già art. 66 della Legge 23.12.1998 n. 448) prevede la concessione da parte dei Comuni, in relazione alla nascita di un figlio o per ogni minore in affidamento preadottivo o in adozione senza affidamento, di un assegno (assegno di maternità di base) in favore delle cittadine residenti che non beneficiano dell’indennità di maternità, che risultano in possesso di un reddito non superiore a un determinato valore ISEE (per l’anno 2018 € 17.141,45) e in

presenza degli altri requisiti soggettivi e reddituali previsti dalla Legge e dalla Deliberazione G.C. n. 212/2018


La richiesta per l’erogazione dell’assegno di maternità di base deve essere presentata dalla madre al Comune di residenza, entro il termine di sei mesi dalla nascita del bambino o dell’ingresso del minore nella famiglia anagrafica che lo riceve in affidamento preadottivo o in adozione senza affidamento. Al Comune di residenza spetta la concessione formale del beneficio, il quale viene poi erogato dall’INPS sulla base dei dati comunicati dal Comune.


Il modulo di domanda è reperibile presso l’Ufficio Servizi alla Persona e in allegato - Modulistica in vigore dal 20.11.2018


Tempi di conclusione del procedimento: 60 giorni dalla consegna della documentazione completa a
corredo dell'istanza.

 

Allegati:
Scarica questo file (D. G.C. n. 212 del 06.11.2018.pdf)D. G.C. n. 212 del 06.11.2018.pdf[La delibera ]126 kB
Scarica questo file (Delega_.pdf)Delega_.pdf[La delega]71 kB
Scarica questo file (MODULO ASS. MATERNITA' MINORI.pdf)MODULO ASS. MATERNITA' MINORI.pdf[il modulo per i minori]171 kB
Scarica questo file (MODULO ASSEGNO MATERNITA'.pdf)MODULO ASSEGNO MATERNITA'.pdf[Il modulo ]160 kB