la chiesa dei Battuti neri

La costruzione venne realizzata nel 1591 dalla Compagnia della Misericordia, istituita nel 1588 e conosciuta in città come Confraternita dei "Battuti Neri", con il compito di assistere i carcerati ed i condannati a morte e per provvedere alla loro sepoltura. La Chiesa ha una struttura molto semplice con un’unica navata ed ospita l’altare maggiore progettato da Giovenale Boetto. Al suo interno preziose opere del pittore fiammingo Jean Claret, tra cui il "San Giovanni decollato", e quattro opere di Agostino Cottolengo, fratello del Santo braidese.