Da lunedì 1 ottobre 2018 prenderanno avvio anche a Bra le prime operazioni relative al Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni. A differenza del passato, la rilevazione sarà effettuata annualmente e coinvolgerà, di volta in volta, solo una parte dei cittadini e del territorio comunale.

Due le rilevazioni che saranno svolte: la rilevazione aerale e quella da lista, entrambe a campione.

La rilevazione aerale riguarderà un campione di territorio comunale, per un totale a Bra di circa 50 indirizzi, corrispondenti a circa 150 famiglie che verranno sottoposte a un’intervista domiciliare da parte di un incaricato del Comune, munito di cartellino di riconoscimento e di tablet per la compilazione del questionario digitale. Dal 1 al 9 ottobre le famiglie coinvolte verranno avvisate dell’avvio della rilevazione tramite lettera ufficiale e locandine presso il proprio indirizzo; dal 10 ottobre al 9 novembre si svolgeranno le interviste “porta a porta” direttamente al domicilio del nucleo, come da data indicata nella comunicazione ricevuta. Per maggiori informazioni o per concordare un diverso appuntamento rispetto a quello proposto tramite avviso, è possibile contattare il Centro di Rilevazione del Comune di Bra, attivo presso l’Ufficio Censimento del Palazzo Comunale (ingresso da via Barbacana 6, piano terreno), ai numeri 0172.438259 oppure 0172.438242, via mail all’indirizzo anagrafe@comune.bra.cn.it o tramite Pec, scrivendo a comunebra@postecert.it. La rilevazione si chiude il 23 novembre.

Contestualmente a quella aerale, si svolgerà anche la rilevazione da lista, che coinvolgerà in città circa 500 famiglie e che consisterà nella compilazione di un questionario online tramite credenziali. Anche in questo caso, le famiglie che rientrano nel campione estratto riceveranno, dal 1° all’8 ottobre, un avviso via posta, con le istruzioni, le finalità conoscitive e statistiche dell’operazione censuaria e le credenziali di accesso al questionario online, compilabile autonomamente a partire da lunedì 8 ottobre fino a mercoledì 12 dicembre. Se per il nucleo familiare contattato non è possibile rispondere via web o in caso di necessità di assistenza, ci si può rivolgere agli operatori del Centro comunale di Rilevazione, dove si potrà compilare il questionario su una postazione comunale con accesso a internet oppure per ricevere supporto durante la compilazione. La rilevazione si chiude il 20 dicembre 2018.

Tutte le informazioni rilasciate dalle famiglie (su scala nazionale, 450 mila quelle coinvolte per la rilevazione aerale e 950 mila quelle per la rilevazione da lista) dovranno fare riferimento alla situazione esistente alla data del 7 ottobre 2018. Partecipare al Censimento è un obbligo di legge.


Per maggiori informazioni contattare il Centro di Rilevazione del Comune di Bra (via Barbacana 6, piano terreno) ai numeri 0172.438259 oppure 0172.438242, via mail all’indirizzo anagrafe@comune.bra.cn.it, tramite Pec scrivendo a comunebra@postecert.it. E’ possibile inoltre rivolgersi al numero Verde ISTAT 800811177, attivo dall’8 ottobre al 20 dicembre, in oraraio 9-21, anche per richiedere eventuale assistenza su problemi tecnici riscontrati in fase di accesso al sito web o durante la compilazione online del questionario. (em)



Info: Città di Bra – Ufficio Censimento
tel. 0172.438259 – anagrafe@comune.bra.cn.it

In evidenza

  • Le ultime notizie

    Linea diretta con il Palazzo comunale.  

  • Elezioni Trasparenti - 26 maggio 2019

    Domenica 26 maggio 2019 si svolgeranno le elezioni Europee, Regionali e Comunali. Tutti i documenti relativi alla scadenza elettorale sono pubblicati nell'apposita sezione del sito web. Sul portale Elezioni Trasparenti sono inoltre pubblicati i curricula e i certificati penali dei candidati delle liste, ai sensi dell'art 1 c.15 Legge del 9 gennaio 2019, n. 3. Orari: L'Ufficio Elettorale del Comune di Bra è a disposizione per informazioni, chiarimenti e rinnovi della tessera elettorale dal lunedì al venerdì in orario 8.30-12.45 e il giovedì anche dalle 15 alle 16. Venerdì 24 e sabato 25 maggio sarà inoltre aperto dalle ore 9 alle ore 18 e domenica 26 maggio dalle ore 7 alle ore 23. I seggi sono aperti domenica 26 maggio dalle 7 alle 23.

  • Info rifiuti: i contatti dell'Ecosportello

      Si ricorda che per tutte le informazioni inerenti i rifiuti e il servizio di igiene urbana e per la consegna dei kit per la differenziata, è attivo l'Ecosportello. L'ufficio, con accesso da piazza Caduti per la Libertà oppure dal cortile di Palazzo Garrone, è aperto tutte le mattine dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 12.30, oltre ai pomeriggi del martedì (13.30 – 17) e del giovedì (15 – 18.30). L’Ecosportello è raggiungibile telefonicamente al numero 0172.201054 o, via mail, all’indirizzo: ecosportello@strweb.biz.

  • Servizi Socio Assistenziali

    E' stata formalizzata la gestione associata in convenzione dei servizi socio-assistenziali tra i Comuni di Bra (ente capofila), Ceresole d’Alba, Cherasco, La Morra, Narzole, Pocapaglia, Sanfrè, Santa Vittoria d’Alba, Sommariva del Bosco, Sommariva Perno e Verduno. In questa sezione del sito web tutti i riferimenti relativi alle aree di intervento, alle sedi territoriali e ai contatti. 

  • BDAP - Banca Dati Amministrazioni Pubbliche: link parte lavori

     E' possibile accedere alle informazioni che il nostro Comune ha inviato alla BDAP (Banca Dati delle Amministrazioni Pubbliche del Ministero dell’Economia e delle Finanze) ai sensi del dlgs 229/2011 e secondo le modalità previste dal DM 26/02/2013.  Di seguito il link del Comune di Bra per accedere allla BDAP: Comune di Bra/BDAP .      

  • ZTL centro storico: i moduli per l'accesso

    Stanno per partire i controlli mediante telecamere dei varchi di accesso alla Ztl del centro storico. Residenti, titolari di posti auto, lavoratori ed altri soggetti che secondo la relativa ordinanza possono accedere all'rea, dovranno comunicare al comando di Polizia municipale i dati dei propri veicoli. I moduli per richiedere l'accesso.

  • Obbligo di pulizia di fossi e strade private

    Un'ordinanza comunale impone la pulizia di fossi e strade private ai proprietari di edifici e terreni prospicenti strade comunali o vicinali. Il motivo: impedire il ristagno di acqua sulla strada e il regolare deflusso. La sanzione può arrivare fino a 500 euro. La notizia.