Crowdfunding civico

Saranno gli allievi di tre istituti scolastici di Bra - il Liceo "Giolitti - Gandino", l'indirizzo grafica e comunicazione dell'IPS "Mucci" e il CNOS-FAP di Bra – a promuovere in città la partecipazione al crowdfunding civico “Ben-fare e Ben-essere” (www.crowdfunding.comune.bra.cn.it), innovativo progetto di finanziamento condiviso per la realizzazione di idee ad alto impatto sociale, a favore delle fasce più svantaggiate della cittadinanza. Ad annunciarlo, gli studenti stessi che, oggi pomeriggio (mercoledì 31 gennaio 2018) hanno presentato in una conferenza a Palazzo comunale la piattaforma di finanziamento e le iniziative che nei prossimi mesi metteranno in campo per la sua promozione e comunicazione, nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro.

“Il progetto ci ha ispirato sia dal punto di vista etico che sociale, soprattutto per la sua dimensione partecipativa e per l’approccio non assistenziale, ma volto a trovare soluzioni che durano nel tempo” hanno spiegato durante la presentazione i ragazzi, che nelle scorse settimane hanno svolto incontri formativi con l’Amministrazione comunale, con sviluppatori di piattaforme di finanziamento condiviso e con i responsabili dei tre progetti individuati.

Progetti che, come ha spiegato l’assessore alle Politiche sociali Gianni Fogliato, “sono stati scelti a seguito di confronto tra il Comune, la Caritas e la Consulta del Volontariato, tutti rispecchianti le principali fragilità che in questo momento emergono dal nostro territorio”: “Dona una spesa”, iniziativa della Caritas diocesana presentata da Don Gilberto Garrone, che nel 2017 ha fornito un aiuto alimentare con generi di prima necessità a 420 famiglie di Bra; “Quartieri in movimento”, che coinvolge le aree di Oltreferrovia e Bescurone, promuovendo il protagonismo dei cittadini residenti, in particolare i più giovani; “Orto sociale”, progetto scelto dalla Consulta e coordinato dall’Associazione PiedixTerra che cerca di arginare il disagio attraverso iniziative educative e l’affidamento di un orto biologico di cui prendersi cura.

Progetti in cui gli enti promotori credono fortemente e per i quali hanno già stanziato una copertura finanziaria e che ora, con l’aiuto delle scuole coinvolte e la partecipazione della cittadinanza, potranno crescere, diventare virtuoso motore di cambiamento e creare un reale beneficio per tutta la collettività. In particolare, gli studenti del Liceo “Giolitti-Gandino” si occuperanno della parte narrativa, raggiungendo la cittadinanza sui principali social network e sulla piattaforma di finanziamento on line crowdfunding.comune.bra.cn.it, oltre che con un video promozionale e divulgativo.

A raggiungere proprio tutti, anche coloro che hanno meno confidenza con i mezzi informatici, ci penseranno gli allievi del Cnos-Fap, che realizzeranno dei bussolotti per la raccolta “fisica” in diversi punti della città. Il primo prototipo è stato presentato proprio oggi dagli studenti del Centro di Formazione professionale: si tratta di un funzionale cilindro in acciaio e plastica tagliata a laser.

La veste grafica dei bussolotti – ma anche di manifesti e cartoline che verranno distribuite in città – sarà a cura delle classi dell’indirizzo grafica e comunicazione dell'IPS "Mucci", che si occuperanno di tutta la comunicazione visiva del progetto.

“Non resta che partecipare e donare!”, come hanno simpaticamente commentato gli studenti braidesi. La piattaforma di crowdfunding civico “Ben-fare e ben-essere di una comunità” è un progetto di Comune di Bra in collaborazione con i Comitati di quartiere, l'associazionismo organizzato e il terzo settore. Per maggiori informazioni consultare il portale www.crowdfunding.comune.bra.cn.it oppure scrivere all’indirizzo e-mail crowdfunding@comune.bra.cn.it. (em)

Info: Città di Bra – Servizi alla Persona

Tel. 0172.438234 – servizi.persona@comune.bra.cn.it