“Un’iniziativa innovativa che, grazie al lavoro sinergico e al coinvolgimento attivo di numerosi partner territoriali, riuscirà ad accompagnare migliaia di ragazzi – e non solo - nell’uso consapevole e creativo delle nuove tecnologie, sviluppando competenze e conoscenze”: così il Sindaco di Bra Bruna Sibille e l’assessore ai Servizi alla Persona Gianni Fogliato hanno presentato ieri, giovedì 30 novembre 2017, il “Progetto Display”, volto al contrasto delle dipendenze dalle nuove tecnologie, con particolare riferimento a bambini e adolescenti.

Il progetto, finanziato dalla Fondazione CRC nell’ambito del bando “Prevenzione e promozione della salute”, vede il Comune di Bra quale ente capofila, operante in collaborazione con numerosi enti e realtà territoriali, tra i quali il Comune di Alba, l’Asl Cn2, il Consorzio Socio Assistenziale Alba, Langhe e Roero, ASL TO3 e TO2, le cooperative sociali RO&RO Canale, Le Rocche Alba, Lunetica Bra, l’Associazione “Don Roberto Verri” di Cortemilia, gli Istituti Comprensivi e le Direzioni didattiche di Bra, Alba, Bossolasco, Canale, Cherasco, Cortemilia, Diano d’Alba, Govone, La Morra, Montà, Neive, Santo Stefano Belbo, Santa Vittoria d’Alba, Sommariva del Bosco e Sommariva Perno.

Tra le azioni previste dal progetto - rivolto a tutti i cittadini del territorio dell’ASL CN2 di età compresa tra i 9 e i 13 anni e agli adulti che con loro condividono un percorso di crescita - c’è l’attivazione del Centro Visite Display, un luogo fisico creato presso il centro Steadycam di Alba, dove i ragazzi saranno coinvolti in un percorso pedagogico interattivo di educazione ai media, attraverso percorsi di mostra immersivi, attività laboratoriali sulla realtà virtuale, stampa 3D e produzione mediale. I laboratori partiranno a breve e, per l’anno scolastico in corso si prevede di raggiungere oltre mille studenti. Sempre nell’ambito di “Display”, partiranno corsi di formazione per docenti e operatori che permetteranno di approfondire il ruolo svolto dai media digitali all’interno dei contesti di vita per avviare interventi volti a prevenire abusi, usi distorti (cyberbullismo, sexting…) e danni (disturbi del comportamento, isolamento sociale…), serate partecipative rivolte a genitori e adulti, interventi sul territorio, attività di ricerca e laboratori sull’uso critico e consapevole dei media negli istituti comprensivi dell’Alta Langa.

“Siamo di fronte a un cambiamento epocale – ha spiegato il responsabile del Servizio dipendenze patologiche SERT dell’Asl Cn2 Giuseppe Sacchetto -, che porta con sé nuove opportunità ma che può contenere anche qualche possibile insidia. ‘Display’ vuole accompagnare questa transizione, toccando tematiche educative e pedagogiche ma anche relative alla salute e ai rischi”. Presenti alla presentazione del progetto “Display” nella sala consiliare del Municipio di Bra anche l’assessore alle Politiche Giovanili di Alba Anna Chiara Cavallotto, che ha ricordato “l’importanza della formazione, dell’informazione e della prevenzione per combattere qualsiasi tipo di dipendenza” e il vice presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo Giuliano Viglione, che ha sottolineato “il valore del progetto, sia per la tematica scelta che per il target individuato e focalizzato sulle giovani generazioni, il nostro futuro”. (em)

 


Info: Città di Bra – Servizi alla Persona

Tel. 0172.438234 – servizi.persona@comune.bra.cn.it