Il contenimento dell’inquinamento atmosferico in città è l’obiettivo dell’ordinanza firmata lunedì 6 novembre 2017 dal Sindaco di Bra Bruna Sibille. Il provvedimento, già annunciato nei giorni scorsi dall’Amministrazione comunale, anche in luce delle anomale condizioni climatiche degli ultimi mesi e del recente superamento della soglia dei 35 sforamenti annui di PM10 previsti dalla normativa, prevede misure antismog sia di carattere stabile che temporaneo, da attivarsi al superamento dei livelli di allerta definiti dalla Regione Piemonte. L’ordinanza attua norme e linee guida stabilite dal “Nuovo accordo di programma per l’adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell’aria del bacino padano” e dalla DGR attuativa n. 42 del 20 ottobre 2017 della Regione Piemonte, estesa a tutte le aree urbane dei comuni con popolazione superiore ai 20mila abitanti.

Il Semaforo antismog

Le misure temporanee entreranno in vigore al verificarsi dello sforamento della concentrazione giornaliera di PM10 oltre i livelli di allerta prestabiliti, secondo un “semaforo antismog” a colori crescenti.

Se il livello di allerta è pari a zero, il semaforo sarà verde e non saranno previste limitazioni.

Il livello di allerta arancio si attiverà dopo quattro giorni consecutivi di superamento della soglia giornaliera di PM10 definita dannosa per la salute umana dalla Oms (50 microgrammi/m3), e prevede:

  • il divieto di circolazione veicolare dalle 08.30 alle 18.30 dei veicoli diesel adibiti al trasporto di persone con omologazioni fino all’Euro 4 e il divieto di circolazione dalle 08.30 alle 12.30 dei veicoli diesel adibiti al trasporto merci con omologazioni fino all’Euro 3;
  • il divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) aventi prestazioni energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 3 stelle;
  • il divieto, per qualsiasi tipologia, di combustioni all’aperto;
  • l’introduzione del limite a 19°C (con tolleranza di 2°C) per le temperature medie nelle abitazioni e spazi ed esercizi commerciali;
  • il divieto per tutti i veicoli di sostare con il motore acceso;
  • il divieto di spandimento dei liquami zootecnici;
  • il potenziamento dei controlli con particolare riguardo a rispetto divieti di limitazione della circolazione veicolare, di utilizzo degli impianti termici a biomassa legnosa, di combustioni all’aperto e di divieto di spandimento dei liquami.

Il livello di allerta rosso si attiverà dopo 10 giorni consecutivi di superamento e, oltre all’applicazione di tutte misure antismog previste dal livello “arancio”, estende i limiti di circolazione per i veicoli commerciali diesel, per i quali si applica il divieto dalle 8.30 alle 18.30 fino agli Euro 3 e dalle 8.30 alle 12.30 per gli Euro 4.

Al raggiungimento dei livelli di allerta come da “cruscotto” della Regione Piemonte le misure temporanee antismog entrano automaticamente in vigore e restano valide tutti i giorni, dal lunedì alla domenica, festivi compresi. Lo stato del semaforo antismog e l’eventuale attivazione delle misure temporanee sono pubblicati sulla homepage del sito istituzionale del Comune di Bra (www.comune.bra.cn.it), sul sito della Regione Piemonte (www.regione.piemonte.it) e su quello dell’Arpa regionale (www.arpa.piemonte.gov.it).

Il territorio interessato dalle limitazioni alla circolazione veicolare è il centro abitato di Bra, fatta eccezione per: strada Montenero, bretellina est, via Vittorio Veneto, piazza Roma, via Trento e Trieste, piazza Giolitti, via G.B. Gandino (tratto piazza Giolitti - viale Risorgimento), vial Risorgimento, via Edoardo Brizio, viale Madonna dei Fiori, via Don Orione, Via Cuneo, via Cherasco, via Piumati, strada Falchetto, viale della Costituzione, Strada San Matteo, strada San Michele, via Ospedale, via Rolfo, corso Monviso, piazzale Boglione e via F.lli Rosselli. Le limitazioni alla circolazione non si applicano ad alcune classi di veicoli specificati nell’ordinanza, quali, ad esempio, quelli elettrici o ibridi, motocicli e ciclomotori a quattro tempi, taxi, autobus e veicoli utilizzati in car pooling.

L’ordinanza “antismog” introduce anche il divieto permanente di combustione all’aperto di materiale vegetale, fino al 31 marzo 2018, senza deroghe.

In caso di inottemperanza alle disposizioni previste, i trasgressori saranno sanzionati secondo i termini di legge. Maggiori informazioni e il testo completo dell’ordinanza sul sito www.comune.bra.cn.it, sezione “Servizi e procedimenti”/Ambiente”. (em)

 

Info: Città di Bra – Polizia Municipale

tel. 0172.413744 - poliziamunicipale@comune.bra.cn.it

Città di Bra - Ufficio Ambiente

tel. 0172.438210 – ambiente@comune.bra.cn.it

In evidenza

  • Cimici asiatiche: che fare?

    In autunno l’abbassamento delle temperature e la fine dei cicli vegetativi delle coltivazioni induce alcune specie di insetti a cercare riparo nelle abitazioni. Tra questi, le cimici: non solo quelle verdi, ma anche – da alcuni anni – quelle marroni. Si tratta di una nuova specie di origine asiatica denominata Halyomorpha halys, molto nociva per le coltivazioni frutticole, cerealicole e orticole. In questo documento le linee guida della Fondazione Agrion e del Settore Fitosanitario della Regione Piemonte per una corretta gestione del fenomeno. 

  • Medaglie-ricordo per i caduti nella prima guerra mondiale

    Il Comune di Bra con il gruppo alpini di Bra, in adesione ad un progetto della Regione Friuli Venezia Giulia, ha fatto realizzate delle medaglie commemorative dei braidesi caduti durante la Prima Guerra Mondiale. Una parte delle medaglie (oltre 200) sono già state consegnate ai familiari dei caduti. Chi non l'avesse ancora ritirata può rivolgersi all’Ufficio Stampa e Relazioni con il Pubblico del Comune di Bra, al numero 0172/438278. In questo file l'elenco dei caduti braidesi per cui è stata realizzata la medaglia-ricordo e qui è visibile la galleria fotografia della cerimonia di consegna.

  • Fabbisogni formativi aziende: il questionario

    Definire il quadro dei fabbisogni formativi delle aziende del territorio da correlare ai dati relativi ai trend occupazionali del bacino, al fine di poter individuare in maniera sinergica specifici progetti di intervento a favore dei fabbisogni delle imprese e di contrasto alla disoccupazione locale. Questo l’obiettivo del questionario destinato alle attività produttive presenti nel bacino braidese, da oggi compilabile sul sito del Comune di Bra, a questo link (nuova finestra) . Il questionario, elaborato dal Tavolo delle Attività Produttive, istituito a partire dal 2015 dal Comune di Bra con lo scopo di promuovere l’integrazione delle realtà del settore istituzionale e del settore produttivo locale e definire in maniera condivisa obiettivi e linee generali delle politiche per lo sviluppo economico del territorio, resterà disponibile per la compilazione on line sino al 17 novembre 2017. Per chiarimenti o precisazioni, è possibile contattare il Servizio Politiche Attive del Lavoro del Comune di Bra ai numeri 0172.438154 oppure 0172.438241. 

  • Bonus Asilo Nido 2017: informazioni per i neoiscritti

    Per le famiglie che fanno richiesta del Bonus Asilo Nido 2017, erogato dall'Inps, l'Asilo nido comunale di Bra (nella sede principale di via Caduti del Lavoro), rilascia le dichiarazioni dell’avvenuto inserimento in graduatoria del bambino necessarie alla presentazione delle domande per i bambini che ancora non frequentano il nido. Per info e richieste asilonido@comune.bra.cn.it . Si ricorda che le domande per il bonus possono essere presentate accedendo ai servizi telematici online dell'inps; chiamando il numero verde Inps 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile; rivolgendosi a Patronati o agli altri intermediari autorizzati. 

  • BDAP - Banca Dati Amministrazioni Pubbliche: link parte lavori

     E' possibile accedere alle informazioni che il nostro Comune ha inviato alla BDAP (Banca Dati delle Amministrazioni Pubbliche del Ministero dell’Economia e delle Finanze) ai sensi del dlgs 229/2011 e secondo le modalità previste dal DM 26/02/2013.  Di seguito il link del Comune di Bra per accedere allla BDAP: Comune di Bra/BDAP .      

  • Le ultime notizie

    Linea diretta con il Palazzo comunale.  

  • ZTL centro storico: i moduli per l'accesso

    Stanno per partire i controlli mediante telecamere dei varchi di accesso alla Ztl del centro storico. Residenti, titolari di posti auto, lavoratori ed altri soggetti che secondo la relativa ordinanza possono accedere all'rea, dovranno comunicare al comando di Polizia municipale i dati dei propri veicoli. I moduli per richiedere l'accesso.

  • Carta S.I.A.: moduli

    Un sostegno concreto e tangibile per chi è più in difficoltà, a fronte dell’adesione ad un progetto di attivazione sociale e lavorativo. E' possibile ritirare agli sportelli della ripartizione socio-scolastica comunale (piazza Caduti libertà 18) i moduli per richiedere la carta S.I.A., acronimo di “Sostegno per l’inclusione attiva”, che consente a coloro che hanno un indicatore Isee inferiore a tremila euro di ricevere una carta di pagamento per acquisti in negozi, farmacie e supermercati o negli uffici postali per pagare le bollette elettriche o del gas devono essere consegnati allo sportello della ripartizione Servizi alla persona n piazza Caduti della Libertà 18 nei seguenti orari:da lunedì a venerdì dalle 8:30 alle 12:45; il sabato dalle 10 alle 12; martedì e giovedì dalle 15-16. . Le pagine.

  • Obbligo di pulizia di fossi e strade private

    Un'ordinanza comunale impone la pulizia di fossi e strade private ai proprietari di edifici e terreni prospicenti strade comunali o vicinali. Il motivo: impedire il ristagno di acqua sulla strada e il regolare deflusso. La sanzione può arrivare fino a 500 euro. La notizia.